Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Polizia Provinciale e lo spettro dei tagli: incontro in Prefettura a Genova

Genova. Si terrà domani pomeriggio l’incontro tra i rappresentanti sindacali dell’ex polizia provinciale, la Città Metropolitana e l’assessorato al Personale della Regione Liguria. Sul tappeto il pericolo di tagli ai posti di lavoro: “un decreto del sindaco metropolitano Marco Doria dello scorso 30 ottobre – spiega l’Associazione Italiana Agenti e Ufficiali di Polizia Provinciale – programma di trattenere nell’ente solo 12 unità di personale (oltre a 6 unità di cui si prevede il pensionamento entro il 2016), sul totale di 41 tra agenti ed ufficiali attualmente in servizio”.

Problemi, cronici, di risorse. “Quella di Genova – attaccano però i sindacati – è stranamente l’unica delle 10 città metropolitane (ex province) italiane ad aver inserito personale in uniforme sul portale governativo della mobilità, gestito dal Dipartimento della Funzione Pubblica, classificando i propri agenti come “soprannumerari”, pur avendo le disponibilità economiche per trattenerli in servizio anche dopo la riforma Delrio”.

La situazione è complicata, in attesa di un pronunciamento definitivo della Regione per un co-finanziamento per la prosecuzione delle attività di polizia locale in campo faunistico-venatorio, di tutela del patrimonio naturale e per il controllo degli ungulati che arrecano danno alle produzioni agricole.

Mentre continua lo stato di agitazione, si aspetta infine il Tar Liguria presso cui, il prossimo 2 dicembre, è previsto il dibattimento su una causa intentata da 22 agenti ed ufficiali della polizia metropolitana che chiedono l’annullamento della dichiarazione di soprannumerarietà, “che il TAR stesso in effetti aveva sospeso con una Ordinanza del 19 giugno, ma che la Città Metropolitana sta disattendendo”.