Quantcast

Lettera al direttore

Parigi sotto attacco, Comitato per immigrati: “Indignati e preoccupati per le minacce all’Italia”

Davanti al feroce e sanguinario attacco dei terroristi islamici dell’ISIS a Parigi, avvenuto nella notte del 13 novembre 2015, il “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” esprime indignazione e preoccupazione soprattutto dalle successive minacce eseguite anche verso l’Italia.

In quanto Presidente del nostro Comitato, per me non è facile affrontare un argomento come questo… Vivo a Genova dal 1998, scappai in effetti da una guerra terribile, creata ed istigata proprio dai terroristi islamici del Kosovo. Anche lì, per diversi anni, uccidevano tante persone… e purtroppo, le conseguenze di quella guerra per me fu perdere anche mio padre. Siamo scappati a Genova, viviamo qua da tanti anni e questa è la nostra città, la città che amiamo e difendiamo. Ma c’è una grande differenza tra integrarsi con fatica, studio e lavoro onesto come ho fatto io a differenza di chi vorrebbe soltanto imporsi uccidendo soltanto perché non si crede nello stesso Dio. Lo dico da persona molto Credente, da Cristiano Ortodossa. Ho scoperto la Fede in Dio qua, a Genova. I miei non mi portavano spesso nella Chiesa in Jugoslavia mentre qua, tramite un’Amica, in Chiesa Cattolica ho scoperto la grande Fede in Dio. Sono scappata qua per non guardare la morte intorno a me… ma non scapperò di nuovo. Non da Genova. L’unico modo per combattere i gruppi terroristici è stare tutti uniti e sconfiggere la paura che vorrebbero imporci con la forza e l’arroganza. Dobbiamo quindi reagire senza paura e continuare a vivere le nostre vite in modo normale. Le nostre Autorità Genovesi e Liguri si stanno già impegnando a dare la dovuta sicurezza a tutti noi.

Noi crediamo che l’ISIS sia una reale minaccia anche in Liguria e che siamo tutti esposti ai loro attacchi spietati. Precisiamo che il popolo Islamico non terrorista sia nelle nostre stesse difficoltà, quindi esposto a morire tra la gente e forse ancora di più in Italia perché a causa dei terroristi accecati da follia omicida, sono esposti a pregiudizi che non meritano. Tutti noi Cristiano Ortodossi, Ebrei ed i Mussulmani Islamici abbiamo un nemico in comune e sono i terroristi islamici, un nemico che insieme possiamo sconfiggere. Per questo, vogliamo invitare e soprattutto la Comunità Islamica Ligure a segnalarci via mail a matikj.aleksandra@gmail.com se a conoscenza di certe cellule terroriste a Genova oppure in Liguria, anche in forma anonima. Saremo più che lieti di dare un supporto alle nostre Autorità ed al popolo Ligure affinché si possa tornare a respirare un clima di serenità e tranquillità tra la gente.

Altrettanto, crediamo anche che l’immigrazione o l’emigrazione riguardante l’Italia non si debbano fermare perché anche noi siamo scappati da una terribile guerra e per assurdo per le bombe che poco dopo hanno colpito la Serbia proprio da Trieste a causa degli stessi terroristi islamici. Oggi abbracciamo il popolo Francese, Jugoslavo, Israeliano ed Islamico sperando che i valori immortali della libertà, dell’uguaglianza e della fraternità tornino e restino per sempre nel mondo sconfiggendo, sconfiggendo, una volta per tutte, i terroristi che creano disordine pubblico, politico e religioso ma soprattutto uccidono gli innocenti.

Siamo certi che tutti uniti insieme possiamo vincere. E vincere la paura che mi fa male rivedere dopo così tanti anni…

ma reagire e continuare a vivere è l’unico modo che abbiamo per vincere. In merito a questo, in ricordo alla recente violenta aggressione avvenuta pochi giorni fa a Milano perché Ebreo Ortodosso, ho deciso di convertirmi e diventare Ebreo Ortodossa. Di certo non scapperò un’altra volta da loro. Non potranno ucciderci tutti…

Aleksandra Matikj(ć)

Presidente del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”