Cronaca

Medico suicida, la moglie non lo istigò a gettarsi dal Ponte Monumentale

Ambulante minaccia di buttarsi dal Ponte Monumentale

Genova. Non ha istigato al suicidio suo marito. La moglie del medico che lo scorso marzo di gettò dal ponte monumentale è stata assolta. Lo ha deciso il gup Ferdinando Baldini.

La donna, assistita dagli avvocati Lina Armonia e Umberto Pruzzo, era stata dichiarata incapace di intendere e volere al momento del fatto. Secondo quanto accertato dal pm Biagio Mazzeo, marito e moglie avevano deciso di uccidersi insieme ma poi, dopo il gesto del marito, la donna non aveva avuto il coraggio di seguirlo e aveva vagato nelle vicinanze. Poi aveva raccontato alla polizia di essere rimasta sconvolta.

L’uomo, noto pediatra genovese, aveva deciso di uccidersi lasciando un biglietto con scritto “La magistratura a volte uccide”, dopo che il figlio farmacista era finito agli arresti domiciliari per un giro di farmaci salvavita rubati e rivenduti a prezzi vantaggiosi.

leggi anche
municipale via XX settembre
La tragedia
Arrestano il figlio: pediatra genovese si suicida lanciandosi dal ponte monumentale