Quantcast
La precisazione

L’Iit nelle aree di Expo? Rixi: “Il centro deve restare qui, se Governo ha soldi per Milano li trovi anche per Genova”

L'assessore: "Se l'università non si trasferisce il ministero dirotti i fondi sull'Iit"

Genova. “Credo che prima di tutto Genova debba difendere la presenza dell’Iit in Liguria perché la Regione ci ha creduto prima di altri quando con la giunta Biasotti nei primi anni 2000 è riuscita a far insediare l’Iit a Genova invece che a Napoli. Poi negli anni si è investito creando occupazione che ha portato a importanti scoperte a livello mondiale. Oggi pensare che in toto l’Iit vada via o che un altro posto diventi il centro e la base da dove gestire l’Istituto italiano di tecnologia è sbagliato”. L’assessore regionale allo sviluppo economico Edoardo Rixi commenta così il progetto del Governo di creare un polo internazionale di ricerca e tecnologia applicata nelle aree post-Expò coordinato dall’Iit.

“L’Expo può essere al limite un terreno dove si può andare a insediare una nuova start-up dell’ Iit – aggiunge l’assessore – ma il centro deve restare qui. Nei prossimi giorni incontrerò il direttore Roberto Cingolani per fare sinergia in questo senso. La Regione Liguria certo per dare una mano ma chiediamo che il governo faccia altrettanto è che si trovano i soldi per mandare l’Iit ad Expo li trovi anche per finanziare l’Iit a Genova”. Ieri Rixi ha incontrato a Bologna il governatore lombardo Roberto Maroni affrontando anche questo tema: “Con il governatore Maroni abbiamo parlato dell’opportunità di creare una sinergia tra Lombardia, Liguria e Piemonte e in questo senso l’Iit potrebbe essere il veicolo per far ripartire quel famoso triangolo industriale che ha rappresentato per tanti anni lo sviluppo di questo Paese e la nostra idea di collegare le startup innovative all’utilizzo dei brevetti dell’Iit potrebbe essere un modo per fare veramente un salto generazionale a livello di coscienza di imprese e di sviluppo tecnologico nel nostro paese”.

Per Rixi il progetto di un “Iit2” sulla collina degli Erzelli non è in discussione: “La Regione Liguria sta finanziando l’insediamento dell’istituto Italiano di tecnologia ad Erzelli dove lavoreranno circa 300 ricercatori. Quello che sicuramente occorre valutare è che se l’Università non dovesse trasferire ad Erzelli la facoltà di Ingegneria potremmo chiedere al ministero dell’Istruzione di trasferire i 75 milioni di euro destinati all’Università sull’Iit”.

leggi anche
  • Polemica
    Ricerca, Salvini contro l’IIT: “Ora vengono da Genova a spiegarci come si fa”