Protesta

Liguria, pendolari “sotto ostaggio” dei treni merci: “Pronti a bloccare la circolazione”

"Smetteremo di pagare gli abbonamenti e attueremo un grande blocco della circolazione"

treno, pendolari

Liguria. Pendolari liguri di nuovo sul piede di guerra, dopo l’ennesimo guasto ad un treno merci tra le stazioni di Quarto e Brignole, che ieri nel tardo pomeriggio ha fatto accumulare pesanti ritardi su tutta la circolazione.

“Chiediamo all’assessore Berrino di contattare immediatamente RFI intimandogli il blocco della circolazione dei treni cargo fra le 6 e le 9 del mattino e fra le 17 e le 20 di sera – spiegano i pendolari della linea Genova-Milano – Se troveremo ancora un cargo in fascia pendolare smetteremo di pagare gli abbonamenti e attueremo un grande blocco della circolazione in tutta la Liguria”.

Poi un appello. “Assessore non firmi alcun contratto di servizio con Trenitalia se RFI non garantirà il divieto di circolazione dei treni merci nelle fasce pendolari su tutte le linee liguri, sulla Genova – Torino e sulla Genova – Milano – concludono – I pendolari sono sotto ostaggio delle imprese ferroviarie pubbliche e private che gestiscono i cargo e non sono più disposti a sopportare gli enormi disagi provocati”.

Cresce quindi l’esasperazione i viaggiatori sono pronti a mettere in atto eclatanti manifestazioni di protesta.

 

leggi anche
nuovo treno regionale
Ritardi
Si rompe un treno merci: traffico in tilt tra le stazioni di Quarto e Genova Brignole
treni ritardo
Rimborso
Trasporti e disservizi, via al bonus per i pendolari liguri
treno intercity
Sollievo
Nessun taglio per i pendolari, il ministero salva gli Intercity a rischio