Quantcast
Politica

Liguria: il M5S contro i “partiti del cemento”

Liguria. “Il Partito Democratico, che tanto osteggia il Piano Casa e manifesta preoccupazione per il consumo di suolo, in dieci anni di governo ha cementificato ovunque in Liguria. Oggi che è all’opposizione, dovrebbe spiegare ai liguri il motivo per cui soltanto nel marzo 2015 – quando era ancora maggioranza in Regione – ha rilanciato il suo Piano Casa di ulteriori otto mesi, invece di lasciarlo decadere a giugno, la sua naturale scadenza (peraltro frutto già di quattro precedenti proroghe)”. Lo denuncia Marco De Ferrari, portavoce del M5S.

“Esiste un cemento di destra e uno di sinistra? Noi crediamo di no. Non si combatte la speculazione edilizia per convenienza politica o logica di schieramento, ma per rispettare programmi, convinzioni e, soprattutto, i cittadini – prosegue – Non permetteremo alla giunta Toti di consumare anche un solo grammo di suolo in più di quello che è già stato consumato dalla giunta Burlando fino a oggi”.

“Servono 2000 anni per formare 15 cm di suolo, ma un’istantanea colata di cemento per farlo sparire per sempre.
Marco De Ferrari, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria”, termina De Ferrari.