Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Entella vince a Terni e si stringe intorno ad Aglietti. Masi: “I ragazzi hanno grandi qualità morali” risultati

Il capitano Volpe: "Non abbiamo mollato di un centimetro, abbiamo lottato su ogni pallone"

Chiavari. L’Entella ha archiviato al meglio una settimana dura, nella quale per parecchi giorni ha dovuto fare a meno dell’allenatore Alfredo Aglietti, tornato dalla sua famiglia per il lutto che lo ha colpito, la morte del padre.

Simone Masi, allenatore in seconda, commenta così i giorni che hanno preceduto la trasferta di Terni ed il successo: “È stata una settimana particolare, molto difficile perché lavorare col cuore pieno di dolore è una cosa molto complicata. Io, il professor Sorbello, Sergio Porcù, Alessandro Bulfoni, tutti i fisioterapisti, tutto il gruppo si è unito insieme ai ragazzi che sono stati magnifici durante la settimana per continuare a lavorare per una partita che per noi era fondamentale”.

Abbiamo fatto quadrato – prosegue – e i ragazzi hanno dimostrato di avere grandi qualità morali. Non hanno arretrato di un centimetro né l’attenzione né la dedizione al lavoro e abbiamo preparato la partita con il mister che è arrivato venerdì. Abbiamo portato a casa una vittoria di vitale importanza per la classifica e anche per il morale perché era da tanto che non riuscivamo a vincere fuori casa, nonostante le ultime prestazioni fossero state positive”.

Aglietti, dopo l’incontro con lo Spezia, aveva affermato che la sua squadra era pronta per una vittoria esterna. Ed è stato buon profeta. “A Bari – dice Masi – avevamo fatto una bella prestazione e volevamo vincere; con lo Spezia meritavamo qualcosa in più. Ora è arrivata questa vittoria meritata. Fino al gol del 2 a 1 la partita era incanalata in un trend abbastanza tranquillo. Quel gol chiaramente ha riaperto le speranze della Ternana che ci ha attaccato con calci piazzati e palle alte. Loro hanno giocatori importanti che hanno fisicità e caratteristiche dal punto di vista dell’aggressività molto spiccate. Noi siamo stati bravi a rimanere aggrappati alla gara e portare a casa col cuore una vittoria che dà valore a tutti i precedenti pareggi e importante per la classifica, perché era uno scontro diretto“.

L’Entella ha mostrato grande maturità e lucidità anche nei momenti di sofferenza. “Siamo cresciuti anche da quel punto di vista – afferma l’allenatore -. Il lavoro e anche le partite giocate e gli errori permettono di crescere. Questo è un gruppo che assorbe tutto, dagli errori migliora. Abbiamo avuto sempre la partita in gestione. Nel finale sono saltati un po’ gli schemi. La squadra ha portato via la vittoria col cuore“.

Sabato arriverà il Lanciano. “Noi sappiamo che in questo campionato dobbiamo mantenere la categoria il prima possibile. Ogni gara è a sé stante. Sarà una partita difficile, avrà altre difficoltà rispetto a questa ma noi dobbiamo trarre forza da queste prestazioni, da questa vittoria, per poter provare come sempre a vincere le partite”.

Il capitano Gennaro Volpe dichiara: “Una vittoria importantissima per la classifica e per tanti motivi. Guarda caso è arrivata a Terni, dove anche l’anno scorso era arrivata una vittoria. È arrivata in una settimana un po’ particolare per la scomparsa del papà del nostro allenatore. Questa è la risposta di un gruppo di uomini che si stringono nel dolore del loro allenatore, a dimostrazione che qui all’Entella siamo una grande famiglia dove l’aspetto umano conta più del calcio giocato. Oggi è stata una prova lampante”.

Al termine della partita tutta la squadra ha abbracciato il mister. “La perdita di un genitore è la cosa più brutta che possa succedere a ognuno di noi, quindi ci sembrava il minimo stringersi a lui“.

Tornando alla partita, Volpe analizza: “La verità sta sempre nella via di mezzo. Abbiamo fatto un buon primo tempo dove, da squadra, abbiamo colpito nel momento giusto. Siamo stati corti, stretti e abbiamo sfruttato le occasioni che ci sono capitate. Nel secondo, un po’ per demerito nostro e un po’ per merito della Ternana, non abbiamo fatto benissimo. Abbiamo stretto i denti e portato a casa tre punti fondamentali“.

L’Entella, comunque, ha mostrato lucidità anche nei momenti di maggior pressione degli avversari. “Sì – dice Volpe -, non abbiamo mollato di un centimetro, abbiamo lottato su ogni pallone. Poi è normale andare in difficoltà contro una squadra che gioca in casa e ha buone individualità. Ma con le unghie e con i denti abbiamo portato a casa un risultato straordinario”.

Anche chi entra dalla panchina riesce a dare subito il suo contributo nella gara. “Questo dovrebbe essere la normalità – afferma il capitano -. Nel calcio vince tutta la squadra: chi gioca, chi entra ed anche chi tutta la settimana si allena e non scende in campo per scelte tecniche o per altro. Siamo in tanti, il mister ha dato a tutti la possibilità di essere protagonisti e lo farà sempre, credo. L’importante è farsi trovare sempre pronti”.

Riguardo alla prossima sfida con il Lanciano, Volpe dice: “Non ho nemmeno guardato la classifica, ci dobbiamo concentrare su un altro scontro diretto, in casa, dove i punti saranno ancora più importanti perché giochiamo contro una squadra che lotterà con noi per l’obiettivo salvezza”.