Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Entella fa risultato anche lontano dal “Comunale”: battuta la Ternana risultati

Prosegue la scalata dei chiavaresi: tre vittorie e cinque pareggi negli ultimi otto incontri giocati

Chiavari. Colpaccio dell’Entella, che fa suo lo scontro salvezza con la Ternana, espugnando il “Liberati” con il risultato di 2 a 1.

Reduci da quattro pareggi, i biancocelesti sono tornati ad assaporare i 3 punti, portando ad otto incontri la serie di risultati positivi.

Grazie alla terza rete stagionale di Caputo e alla seconda di Masucci i chiavaresi si sono portati sul doppio vantaggio, contenendo bene le iniziative degli umbri sia in avvio di gara che dopo esser passati a condurre. Una prova di grande maturità per una squadra che continua la sua crescita e ora va ad occupare una posizione nella metà alta della classifica, al fianco del quotato Spezia. Un crescendo soprattutto in trasferta: tre sconfitte, poi tre pareggi ed ora la prima vittoria.

Breda, allenatore della Ternana, schiera un 4-2-3-1 con Mazzoni; Vitale, Meccariello, Gonzalez, Dianda; Busellato, Furlan; Falletti, Gondo, Coppola; Ceravolo. In panchina siedono Sala, Masi, Monteleone, Grossi, Zampa, Palumbo, Belloni, Avenatti, Dugandzic.

Aglietti risponde con un 4-3-2-1 con Iacobucci; Belli, Ceccarelli, Pellizzer, Sini; Volpe, Palermo, Troiano; Costa Ferreira, Masucci; Caputo. A disposizione ci sono Paroni, Iacoponi, Keita, Sestu, Jadid, Gerli, Cutolo, Sforzini, Petkovic.

Arbitra Serra della sezione di Torino, assistito da Di Iorio (Verbania) e Lanza (Nichelino). Quarto uomo è Nasca (Bari).

Dopo l’ascolto dell’inno francese per commemorare le vittime dell’attentato di Parigi ed il minuto di raccoglimento, parte l’incontro.

Le prime schermaglie vedono Ceravolo calciare a lato in diagonale e Masucci provare il tiro da fuori area: palla sul fondo. Il primo tiro dalla bandierina è per la Ternana, ma non dà frutti. All’8° Gondo riceve palla sulla sinistra ma non è pronto a calciare a rete.

L’Entella si fa avanti al quarto d’ora con una rapida ripartenza, ma il passaggio di Volpe per Costa Ferreira è troppo arretrato e l’azione sfuma. Al 16° punizione di Vitale, palla fuori dall’area, Coppola dalla distanza calcia a lato.

La Ternana insiste: al 18° discesa di Furlan sulla sinistra, palla in mezzo per Falletti che batte a rete, Iacobucci compie una difficile parata.

Al 22° viene ammonito Belli per un duro intervento su Furlan. Dopo aver resistito all’iniziale pressione delle fere, al 28° l’Entella colpisce: Caputo si libera di Meccariello e fa partire un fendente che si insacca alle spalle di Mazzoni.

La squadra locale prova a reagire. Gondo e Falletti manovrano sulla trequarti, ma il lancio per Ceravolo troppo lungo. Al 34° viene ammonito Dianda per un tocco con il braccio.

L’Entella raddoppia al 36°: calcio di punizione dalla sinistra di Sini, in area sponda di Ceccarelli e Masucci trova la deviazione vincente.

La squadra di mister Aglietti tiene alta la guardia contenendo la reazione rossoverde. Iacobucci esce con i pugni e allontana un corner. Al 40° Ceravolo riparte in contropiede, assist per Furlan che però tira a lato.

Il primo tempo si chiude con i chiavaresi avanti di 2 reti. Alla ripresa del gioco gli umbri si presentano in campo con Masi al posto di Dianda.

Al 2° Sini trattiene Gondo e viene ammonito; la seguente punizione, calciata da Vitale, vede Masi fare da sponda per Gondo che manda a lato con una girata. Al 6° cartellino giallo per Volpe, anch’egli per una trattenuta ai danni di Gondo.

La squadra di casa spinge nel tentativo di riaprire la partita, ma non va oltre un corner calciato da Falletti bloccato in presa da Iacobucci ed un contropiede sfumato per l’ultimo passaggio errato.

L’Entella, solida in difesa, sa anche essere più pericolosa in avanti. Al 10° Costa Ferreira prova la stoccata da fuori area, palla alta di pochissimo.

All’11° tiro-cross di Vitale, nell’area piccola Ceravolo sfiora la deviazione vincente. Poco dopo lo stesso Vitale viene ammonito. Al 14° Falletti prova il diagonale dal limite: palla sul fondo. Poco più tardi Iacobucci è bravo ad uscire al limite per far suo un lancio indirizzato a Ceravolo.

Al 17° Furlan crossa rasoterra; Sini devia in angolo e si infortuna alla caviglia: al 20° lascia il posto a Keita. Al 21° Vitale mette in mezzo dalla destra, Ceravolo colpisce e Ceccarelli respinge sventando il pericolo.

Ancora Ternana, conclusione di Ceravolo, deviazione di Pellizzer e palla fuori. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina la palla danza pericolosamente nell’area chiavarese ma i rossoverdi non trovano la deviazione vincente.

Dopo aver retto alla serie di tre corner consecutivi per i locali, Aglietti, al 25°, fa uscire Costa Ferreira ed inserisce Sestu. Tra i rossoverdi esce Meccariello ed entra Dugandzic.

I biancocelesti proseguono nella loro attenta condotta di gara. Keita anticipa in area Falletti, poi Iacobucci in tuffo si oppone ad un potente destro di Furlan.

Al 31° Breda si gioca la carta Avenatti, in sostituzione di Gondo, esaurendo i cambi. Al 36° la partita si riapre: calcio d’angolo per i locali, Vitale scodella in area dove Masi impatta di testa e insacca.

Immediata la sostituzione nell’Entella: esce Troiano, entra Iacoponi. Ora i chiavaresi devono resistere alla pressione delle fere. Ceravolo viene fermato per fuorigioco. Al 41° traversone per Avenotti che sul secondo palo, di testa, spreca mandando a lato.

C’è anche l’Entella: Caputo va al tiro in diagonale, palla deviata in angolo. Al 44°, invece, sono i locali a disporre dell’ennesimo corner: incornata centrale di Avenatti, Iacobucci fa sua la sfera.

Si accendono gli animi in area ospite, per un intervento di Busellato su Iacobucci in uscita. Entrambi vengono ammoniti. Nel recupero l’unica occasione è per l’Entella: Mazzoni sventa una conclusione ravvicinata.

Dopo i due successi nella stagione scorsa, l’Entella batte anche quest’anno di misura la Ternana. Una bella iniezione di fiducia in vista del match casalingo di sabato 21 novembre contro la Virtus Lanciano.