Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Legge stabilità e tagli, Toti: “Fondamentale l’accordo sulla sanità”

Liguria. “Mi aspetto ragionevolezza da tutte le parti, anche dal governo”: lo ha detto il governatore della Liguria, Giovanni Toti, entrando a Palazzo Chigi per l’incontro tra Governo e Regioni sulla legge di stabilità. “Tutti posiamo fare meglio, addirittura l’esecutivo potrebbe approvare per le Regioni i costi standard e criteri di maggior efficienza, ma e’ importante – ha sottolineato Toti – che anche il governo faccia la sua parte, perché’ se qualche cittadino poi resta senza servizi nell’ambito della sanità poi bisognerà spiegarglielo”.

Il presidente della Liguria si e’ poi detto “favorevole – se qualcuno lo vuole – alla cancellazione delle Regioni e alla contestuale realizzazione della macroregioni. Su questo io sono d’accordo – ha ribadito in conclusione – ma basta che qualcuno ce lo venga a dire”.

Ma la sanità resta al centro delle preoccupazioni del governatore ligure: Un accordo sull’aumento delle risorse per la sanita’ va trovato e mi aspetto che si trovera’ gia’ stasera. Si tratta di garantire i servizi ai cittadini”.

“Con un miliardo in piu’ – ha aggiunto – non riusciamo a coprire tutte le spese del Fondo sanitario nazionale, manca almeno un altro miliardo, e sono soldi che pagano i cittadini”.

A chi gli chiedeva un commento sui toni usati nei giorni scorsi da Chiamparino e da altri esponenti della Conferenza delle Regioni, Toti ha risposto: “I toni delle Regioni sono stati civili e istituzionali. L’incontro di oggi non ci sarebbe stato senza la richiesta del presidente Chiamparino. E’ da Palazzo Chigi che e’ arrivata una risposta sgangherata”, ha aggiunto facendo riferimento alla frase di Renzi, ‘adesso con le Regioni ci divertiamo, ma sul serio’.