Quantcast
Esternalizzazioni

Lavoro, 30 posti a rischio all’aeroporto di Genova: presidio dell’Usb

aeroporto di Genova  interno

Genova. Alta tensione all’aeroporto Cristoforo Colombo e presidio di protesta. E’ la conseguenza del piano di esternalizzazione dello scalo, che prevede la cessione del settore merci e del parcheggio e la messa in pericolo di 30 posti di lavoro. Di fronte al piano arrivi scatta così la manifestazione dell’Usb che attacca il management.

“Gli incassi del parcheggio – spiega il sindacato – sono diminuiti grazie alle tariffe esose ed alla scelta di realizzare altri parcheggi nei pressi della marina. Altrettanto si può dire dello scalo merci, nel quale non solo non si è fatto il minimo investimento, perdendo così traffici di tonnellate di merci deperibili altrimenti acquisibili, ma si è ceduta gran parte del magazzino alla Piaggio (dopo mesi ancora deserto) inibendo così le operazioni di carico e scarico dei container dello scalo aeroportuale”.

E naturalmente ce n’è anche per la politica. “Un accordo con Msc potrebbe essere un’occasione per rilanciare le nostre infrastrutture come dice tanto calorosamente il neo presidente della Regione Toti. Ma al momento i fatti smentiscono le parole. Perché l’assenza di adeguate politiche regionali in concomitanza ad incapacità manageriali aziendali hanno portato la città di Genova ad avere un aeroporto di serie B”.

leggi anche
aeroporto colombo
Futuro incerto
L’aeroporto di Genova esternalizza parcheggi e movimento merci, a rischio 30 posti di lavoro