Quantcast
Serie d

La Lavagnese stende il Pinerolo ed è secondarisultati

Vince anche il Ligorna con il Derthona. RapalloBogliasco raggiunto nel finale dal Castellazzo. Sestri Levante altro KO. Battuto in casa dallo Sporting Bellinzago

Varie Sport 2015-2016

Dodicesima giornata di Serie D spezzettata fra sabato e domenica quella che ha visto in campo Lavagnese, Ligorna, Sestri Levante e RapalloBogliasco equamente distribuite nei due giorni.

Spicca il successo della Lavagnese chiamata allo scontro diretto contro la rivelazione del campionato Pinerolo che viene regolato con un chiaro 2-0 frutto di una partita determinata e ben preparata da mister Dagnino. Subito in attacco i bianconeri che vanno a segno con Repetto, giudicato in off side. Lavagnese ancora avanti con Forte al 13° e al 25° di nuovo con Repetto che impegnano il portiere Zaccone due volte.

Completa il quadro delle occasioni Balestrero che calcia forte al 32°, ma trova ancora un’ottima risposta del portiere torinese. Nella ripresa ennesimo cambio di portieri nella Lavagnese, è ormai un leit-motiv, con Gilli al posto di Parma e Taormina al posto di Repetto. Al 46° lo stesso neoentrato serve Croci in ottima posizione. L’attaccante calcia ad effetto, ma Zaccone è ancora super e salva tutto.

Due minuti dopo, però il Pinerolo capitola sugli sviluppi di un corner. Damiani raccoglie e serve Croci che di testa supera l’incolpevole Zaccone. Al 53° si vede anche il Pinerolo con Dalla Costa che calcia a lato. Altri due gol annullati ai bianconeri fanno imbestialire i tifosi, al 60° e 62° entrambi per fuorigioco si vedono fischiare l’offside prima Taormina, poi Currarino.

La Lavagnese cala il ritmo e il Pinerolo prova ad approfittarne, ma senza impensierire Gilli. All’89° cala il sipario definitivamente con Genovali, subentrato a Taormina che galoppa sulla fascia e serve Currarino che piazza decisivo 2-0.

Meno felice il momento del Sestri Levante, che pur gravitando nella zona medio alta della classifica incassa il secondo ko consecutivo in trasferta (2-1) contro lo Sporting Bellinzago. Parte bene la squadra rossoblu che se la giocano alla pari e vanno in vantaggio al 37° con il bomber Zizzari che di testa è più abile di tutti e anticipa gli avversari per lo 0-1 che illude l’11 di Raimondi. Poco dopo è ancora Zizzari a tentare la via del gol, ma questa volta Fonsato, numero uno novarese, è pronto e para.

La svolta della partita arriva ad inizio ripresa quando Stancampiano, dopo appena due minuti, atterra Carriero. Per l’arbitro è rigore ed espulsione, con Raffo che entra a difendere la porta dei corsari. Dal dischetto va Massaro che non sbaglia e pareggia i conti. L’uomo in meno non si vede, almeno fino all’89° quando il fortino sestrese viene abbattuto ancora da Massaro è pronto per andare siglare il gol partita. Montante calcia, Raffo respinge e il bomber piemontese è il più lesto a ribadire.

Si mangia le mani, ancora una volta il RapalloBogliasco che va sotto in casa con il Castellazzo, fanalino di coda del campionato, grazie a Clementini che al 33° calcia una punizione per fallo di mano di Marasco. Il tiro non è irresistibile, ma una deviazione in barriera mette fuori gioco Casapieri. La reazione è immediata e al 35° lo stesso Marasco gira nell’angolo opposto un corner battuto da Toledo siglando la prima rete di stagione.

Il RapalloBogliasco gioca meglio, tiene il campo e il pallino del gioco, ma non riesce a passare. Nella ripresa Barwuah rileva Marasco, ancora non al top di forma, e il Castellazzo non esce più dalla propria metà campo. Toledo è imprendibile, Vagge intorno al 60° calcia al volo un tiro che Basso alza sulla traversa. Sull’angolo che segue Lelj colpisce di testa con palla a lato di poco.

Al 65° lo stesso Lelj viene toccato da Basso in uscita e si guadagna un calcio di rigore che Barwuah realizza per il meritato vantaggio dei locali. Il Castellazzo non reagisce e la partita rimane saldamente nelle mani dei bianconeri di Coppola fino all’80° quando Cammaroto vede il secondo giallo in pochi minuti e lascia i suoi in dieci contro undici. I piemontesi prendono coraggio e avanzano, mentre i rapallesi si difendono con ordine. Il pareggio arriva nell’ultima azione della partita. Calcio d’angolo dalla destra, spunta la testa del portiere Basso, accorso per l’assalto finale, che spizza il pallone sul secondo palo dov’è pronto Cartasegna a siglare il gol che chiude, in tutti i sensi la partita.

Vince invece il Ligorna che si leva dai bassifondi di classifica espugnando il “Coppi” di Tortona (0-2). Partita giocata alla pari dal Derthona con molte assenze che paga due distrazioni fatali. Al 3° sono i padroni di casa che prova a passare con El Khayari che si destreggia in area, ma viene chiuso bene dalla difesa ligure. Prima parte della partita ad appannaggio dei leoncelli piemontesi. Dolce al 13° calcia da fuori area, palla a lato. Al 15° Draghetti in area si trova di fronte un super Dondero che para a terra.

Alla prima occasione, però il Ligorna passa. Ghiglia calcia una punizione bassa sulla quale si getta Napello che in estirada inganna Ferraroni e porta in vantaggio i biancoblu. Il Derthona riparte subito con Varela che colpisce di testa al 21° con palla alta. Ancora tortonesi in avanti con Gilio che calcia forte, ma impreciso al 27°.

Ancora Rubin gira al volo con palla che va alta di non molto.

Nella ripresa il Ligorna subisce le sfuriate dei leoncelli che cercano il pareggio con insistenza. Al 55° Varela prova di nuovo con la testa a superare Dondero, ma la mira deficita e il Ligorna si salva ancora. Al 19° il raddoppio ligornese con Balla che serve Ghiglia in contropiede, l’attaccante genovese giunge davanti a Ferraroni e lo supera con un bel tiro piazzato che mette al sicuro il risultato. A dieci dal termine l’ultimo sussulto dei leoncelli che provano ad accorciare con Mechetti che a tu per tu con Dondero si fa ipnotizzare e fallisce la possibile rete del 1-2.

Ligorna che ottiene un’ottima vittoria in uno scontro diretto per la salvezza. Nel prossimo turno i ligornesi ospiteranno l’Argentina. Difficile trasferta per il RapalloBogliasco che farà visita alla Caronnese capolista, mentre la Lavagnese andrà a far visita al Borgosesia. Cercherà riscatto al “Sivori” il Sestri Levante che ospiterà l’Acqui.