Quantcast
Fiom

Jobs Act e “buona scuola”, Landini a Genova: “Valuteremo un referendum abrogativo”

Genova. Il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, oggi è a Genova in occasione della riunione del comitato direttivo provinciale. “Tra gennaio e febbraio faremo una consultazione straordinaria di cinque milioni e mezzo di iscritti di Cgil e Fiom anche per valutare la possibilità di fare un referendum abrogativo su Jobs Act e eventualmente buona scuola”, ha detto il leader della Fiom Maurizio Landini, plaudendo all’iniziativa della Cgil sulla proposta di un nuovo statuto dei lavoratori e di tutte le forme di lavoro, compreso quello autonomo.

“Quando le leggi sono sbagliate – ha detto ancora Landini – bisogna cambiarle e il Jobs Act è una legge sbagliata che non serve, che rende più semplici i licenziamenti e non crea posti di lavoro. Per questo va cambiata. Noi siamo pronti a batterci fino in fondo”.

Il leader della Fiom ha anche parlato in generale dell’attività del Governo: “Io penso che il governo non abbia
assolutamente il consenso della maggioranza degli italiani. Del resto nessuno dei provvedimenti che ha messo in campo sono stati mai sottoposti a voto”.

leggi anche
  • Piazza de ferrari
    Genova, violoncelli e tutù contro la buona scuola