Quantcast
Seconda categoria d

Il Sant’Olcese fa prove di fugarisultati

Battuta la Sarissolese e squadra a punteggio pieno. L’Atletico Quarto batte il Mariscotti e supera al secondo posto il Campi, sconfitto a Pieve Ligure. In coda torna a fare punti il Savignone

Varie Sport 2015-2016

Nel campionato di Seconda categoria, girone D, il Sant’Olcese è sempre più primo in fuga a +5 sulla seconda, che non è più il Campi, bensì l’Atletico Quarto che piano piano ha risalito la china a forza di risultati non eclatanti, ma molto concreti.

Contro la Sarissolese (1-3), ultima con un desolante “0” alla voce “punti in classifica”, era prevedibile una vittoria dei primi delle classe, i quali, però, forse non pensavano di faticare così tanto per avere la meglio su una squadra che ha dimostrato di potersela giocare con tutti. Il Sant’Olcese mette la partita in discesa dopo dieci minuti con Ronco, ma la Sarissolese non ci sta e prova a recuperare chiudendo il primo tempo sullo 0-1 per la capolista.

La ripresa si apre con un botta e risposta fra le due squadre, prima Zangla allunga per gli ospiti, poi Sassu accorcia per la Sarissolese, e solo all’80° Costa Pani, mette al sicuro il Sant’Olcese dalla rimonta dei locali, ottenendo cosi la sesta vittoria consecutiva.

Il Campi perde il secondo posto a Pieve Ligure (3-1) a causa di una partita nervosa e poco lucida. Ospiti in vantaggio dopo soli 8 minuti con Domi, ma poco dopo, al 12°, Rasero da una parte e Rasero dall’altra vanno sotto la doccia anzitempo per reciproche scorrettezze. Il Campi perde il bandolo del gioco e al 35° Ligato fa gol, ma nella porta sbagliata riportando il risultato sul pari.

Il Pieve sfrutta il momento di vantaggio psicologico e attacca a spron battuto colpendo il palo al 44° con Files. La ripresa si apre come si era chiuso il primo tempo e al 55° Cecchi porta in vantaggio i padroni di casa. Al 90° prima Macchiavello lascia i locali addirittura in nove, ma un minuto dopo Cagnetta chiude i conti e fa 3-1.

L’Atletico Quarto sfrutta la battuta d’arresto del Campi e sale al secondo posto vincendo con il Mariscotti (1-0) fra le mura amiche una partita giocata per lunghi tratti in difesa. Il primo tempo vede un netto predominio del Mariscotti che si trova di fronte un grande Torre, che salva almeno quattro palle gol, e il palo che nega la gioia del gol. Il predominio degli ospiti è netto, ma con il secondo tempo le azioni dei ragazzi di Pastine sono sempre meno lucide e all’84° Zero è pronto su una respinta del portiere Canese e insacca il gol della beffa che dà all’Atletico i tre punti.

Tanti gol e hat-trick per Minetti nella sfida dell’entroterra fra Masone e Mele (3-2) conclusasi con la vittoria dei padroni di casa trascinati dal proprio numero “7”. Dopo otto minuti è già gol di Minetti che illude i suoi, raggiunti appena dopo quattro minuti da Valente. Più Masone che Mele, però in questa fase della partita e infatti al 28° è ancora Minetti che dal dischetto supera Camisasca.

Nel secondo tempo è ancora Minetti-gol con il terzo centro, che si rivelerà decisivo, al 63°. A nulla serve il gol di Reina all’86° che rende meno amara una sconfitta che relega il Mele al quart’ultimo posto, mentre il Masone ora è quarto.

Il Burlando viene beffato all’ultimo secondo da un Savignone (1-1) caparbio e deciso a risalire la classifica che lo vede al penultimo posto. Ospiti in vantaggio al 20° del primo tempo con Peso. Partita equilibrata con i savignonesi che sembrano decisi a non mollare e lottano su ogni pallone. Così al 90° vengono premiati da Parisi che fa 1-1 e regala il secondo punto ai suoi in questo campionato.

Vince anche il Cà de Rissi che si appaia a Mariscotti e Burlando in quinta piazza, superando con un netto 2-0 l’Olimpia che non riesce più a vincere. Protagonista di giornata è Poggi che con  due bei gol, entrambi nel primo tempo decide la partita. Il primo arriva al 12° con uno splendido colpo di testa del numero 8 che gira a rete un bel traversone di Gandolfo. La seconda rete arriva sullo scadere di tempo grazie ad una grande intuizione di Bertolini che serve in verticale proprio Poggi che supera con un dolce pallonetto il portiere ospite, Gatto.

Il Begato, infine, travolge il Vecchio Castagna (4-1) e lo aggancia a quota 7 punti in classifica. Primo tempo equilibrato con il punteggio che si sblocca solo al 44° con Cabella che porta in vantaggio il Begato. Nella ripresa è Lunetta a raddoppiare al 55° con un bel diagonale imprendibile per Cerioli. Il terzo gol arriva al 75° con Di Clemente, gol al quale replica dopo due minuti Munzi che prova a lanciare una disperata rimonta dei suoi. Tentativo che fallisce definitivamente all’88° quando Di Cara fa partire un siluro che fissa il risultato sul 4-1 per il Begato.