Quantcast
Piccoli crescono

Il lamantino, il delfino e lo squalo zebra: crescono i cuccioli dell’Acquario di Genova fotogallery

Il lamantino ha iniziato ad allattare da mamma Rynke; il delfino ha cominciato l’integrazione con gli altri esemplari e lo squalo zebra si è ambientato

Genova. La crescita dei cuccioli all’Acquario di Genova prosegue e presenta diverse novità: il piccolo lamantino ha iniziato ad allattare da mamma Rynke; il delfino ha cominciato l’integrazione con gli altri esemplari e ora nuota nella nursery insieme a mamma Luna, Goccia e Naù; anche lo squalo zebra non è da meno e si è ambientato nella vasca tropicale imparando a relazionarsi con le numerose altre specie ospiti. Il pubblico può ammirarli tutti i giorni nelle rispettive vasche espositive.

Dopo le prime cinque settimane in cui è stato nutrito dallo staff con l’ausilio di un biberon dotato di una speciale tettarella, il piccolo lamantino ha cominciato a prendere il latte da mamma Rynke. Gli allattamenti avvengono frequentemente nell’arco della giornata e possono durare anche fino a 2 minuti. Il pubblico può quindi facilmente osservare questi momenti in cui il piccolo, che oggi pesa oltre 36 kg, si coordina con la mamma mentre nuota nella vasca espositiva, per raggiungere le mammelle situate in posizione ascellare.

Oltre ad allattare dalla mamma, il cucciolo sta iniziando anche ad approcciarsi al cibo che, nel caso dei lamantini, è costituito da insalata e verdura e a interagire con Pepe e Husar, i due maschi adulti della vasca.

Grandi cambiamenti anche nella nursery del Padiglione Cetacei, dove da qualche giorno il cucciolo di delfino non nuota più solo con mamma Luna, ma anche in compagnia di Goccia e Naù. È iniziato così il percorso di integrazione che nel corso dei prossimi mesi, vedrà l’incontro anche con gli altri esemplari adulti, oggi ospiti della vasca principale del Padiglione.

L’incontro tra le due coppie di mamma e cucciolo è avvenuto gradualmente e sempre sotto il monitoraggio da parte dello staff della struttura: dal primo step in cui sono stati aperti i passaggi tra la nursery e la vasca curatoriale intermedia lasciando ai quattro esemplari la possibilità di iniziare a conoscersi, fino ad arrivare all’incontro nella nursery dove ora il pubblico può ammirarli.

Sotto l’occhio attento di mamma Luna, il piccolo si è fin da subito avvicinato con curiosità a Naù e con maggiore gradualità a Goccia. Nonostante sia cresciuto molto e abbia raggiunto in poco meno di 3 mesi un peso di circa 45 kg, il piccolo continua a prendere il latte dalla mamma, come succede per Goccia, all’età di 14 mesi. I visitatori più fortunati possono assistere a un momento di allattamento delle due coppie in sincrono.

Anche per la giovane femmina di squalo zebra questo mese è stato ricco di novità: dopo il primo anno di vita nella vasca curatoriale, ha infatti dovuto abituarsi all’ambiente ricco di elementi dell’area espositiva, dalle rocce fitte di anfratti che riproducono un tratto di scogliera corallina alle moltissime specie che popolano la vasca. Lo staff la nutre quotidianamente e singolarmente per controllare che riceva il giusto quantitativo di cibo di cui ha bisogno in questa fase di crescita, alternando una cibatura dalla passerella esterna a una con ingresso in vasca per far sì che la piccola si abitui alla presenza del personale, necessaria alla normale attività di gestione e pulizia dell’area e, in caso di necessità, di controlli veterinari.

leggi anche
delfino delfini
Novità
Acquario di Genova: nuovo socio, investimenti e sbarco in borsa entro il 2020
lamantino acquario di genova
Ambiente
Acquario di Genova, il lamantino Husar parte per la Francia
Il cucciolo di foca
La famiglia cresce
Fiocco azzurro all’Acquario di Genova: ecco il cucciolo di foca appena nato