Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

GoliardicaPolis: vittoria e primato solitario risultati

Costa cara la sconfitta del Mura Angeli all’allenatore Corona che viene esonerato. Torna a vincere la Vecchiaudace che si riporta sotto al Via dell'Acciaio

Giornata importante in Prima Categoria girone C con la panchina del Mura Angeli che cambia timoniere. Non si sa ancora il nome del nuovo allenatore, ma ciò che è certo è che Corona è stato esonerato all’indomani della rocambolesca partita con lo Struppa. Si tratta della seconda panchina che salta dopo quella della Sampierdarenese.

Il turno di riposo costa il primato al Via dell’Acciaio, scavalcato da una GoliardicaPolis inarrestabile che vince ancora in trasferta contro il Prato 2013 (2-3). Partita combattuta e decisa solo all’ultimo respiro. Primo tempo sfavillante fatto di botta e risposta fra due squadre che regalano davvero una bella partita agli spettatori. Va in vantaggio la Goliardica al 12° con Incerti, pareggio al 30° di Fasciolo e immediata risposta di Converti che riporta gli ospiti avanti al 32°. Dieci minuti dopo Dellagiovanna realizza un penalty  che riporta tutto allo stato iniziale.

Al contrario la ripresa è combattuta, ma avara di reti, così bisogna attendere il minuto 94 per vedere il gol partita di Bertulla che regala tre punti e primato in classifica alla GoliardicaPolis.

Al terzo posto risale la Vecchiaudace Campomorone che torna a vincere e lo fa in modo netto in trasferta a Bogliasco (1-3). Vantaggio dei campomoronesi già all’11° con Merlo che trasforma perfettamente un calcio di punizione. Al 21° Cimieri riporta il parziale sul pari, con una bella serpentina che si chiude col gol. Tegola per il Bogliasco, però che rimane con un uomo in meno.

La partita prosegue, ma la Vecchiaudace fatica a trovare spazi nella difesa di un Bogliasco che pur in 10 contro 11 resiste ed anzi crea qualche azione importante. All’85°, però Menegatti trova un varco e si presenta a tu per tu con il portiere che batte con un preciso tiro. Tre minuti dopo torna alla rete bomber Draghici.

Cade e perde il passo con i vertici della prima categoria, la Campese che viene superata da un ottimo Leivi (3-1). Bottero illude i suoi con un bel gol al 15°, ma appena due minuti dopo Asimi supera il portiere avversario su calcio di rigore per l’1-1 che sembra pote chiudere il primo tempo, senonché Giorgio non abbia il guizzo vincente che indirizza la partita a favore dei padroni di casa. Nella ripresa c’è gloria anche per Miele che marca visita nel recupero con il terzo gol del Leivi.

Il San Siro Struppa vince con il San Gottardo in uno scontro che vedeva le due squadre lontane solo due punti (2-3). Vantaggio del San Siro al 29° con Zamagna che raccoglie un bell’assist di Lalli e supera il portiere avversario con un tiro imprendibile in diagonale. Il San Gottardo reagisce e crea almeno un paio di nitide palle-gol prima della fine del tempo, ma si va al riposo sullo 0-1.

Nella ripresa a fronte di un San Gottardo che domina e attacca a spron battuto, il San Siro raddoppia grazie ad un rapido contropiede finalizzato da Daneo al 56°. Gli sforzi dei padroni di casa vengono ripagati al 60° da Obino che è pronto su calcio d’angolo a controllare e calciare sotto l’incrocio. Al 75° il pareggio, meritato del San Gottardo con Serpe che da due passi insacca l’assist perfetto di Altosole. Ancora San Gottardo che attacca e sfiora il vantaggio sfruttando l’empasse psicologico e colpisce un palo ancora con Serpe. Ma all’87° Pezzoli è lasciato solo in area e calcia a botta sicura per il definitivo 2-3.

Vince anche il San Bernardino nella gara interna con la Sampierdarenese (2-1). Gara che si sblocca solo al 44° con Provenzano. Al ritorno in campo, però non passa molto e Rizqaoui realizza il calcio di rigore che riporta tutto sul pari. Due minuti dopo Ventura gela qualsiasi ambizione ospite di recuperare la partita e sigla il 2-1 che perdurerà fino al 90°. Sampierdarenese che rimane nelle zone medio basse di classifica mentre il San Bernardino è alle porte della zona playoff.

Scoppiettante la partita tra Mura Angeli e Struppa (3-4) con padroni di casa che sono, come suddetto, ora orfani di allenatore visto l’addio con Corona. Il Mura parte fortissimo e dopo appena 4 minuti è già in vantaggio con Barni che dal limite dell’area parte e chiude la propria azione personale. Il primo tempo si chiude con il pareggio di Apicella che incorna di testa un cross di Valenti: 1-1 e squadre a riposo.

Nella ripresa accade di tutto. Al 55° lo Struppa passa in vantaggio con Compaore dopo un’insistita azione personale. Due minuti dopo Riggio pareggia e fa 2-2. Arriva il 65° e Barni riporta in vantaggio il Mura su calcio di punizione. Sembra fatta, ma all’80° Mincolelli esplode un gran tiro dal limite dell’area che supera il portiere locale. All’88° Fioroni sbanca il risultato su punizione siglando il sorpasso definitivo del 3-4.

Vittoria importante, infine per il PonteX che si allontana dai bassifondi aggiudicandosi uno scontro diretto fondamentale con la Calvarese (2-0). Partita decisa già nel primo tempo grazie ai due gol che in sei minuti stendono gli ospiti. Al 15° è infatti Pasti che sigla il vantaggio del PonteX, imitato da Deodato che mette in freezer il punteggio che non cambierà più. Calvarese relegata al penultimo posto, mentre respira il PonteX.