Quantcast
Svolta

Genova, sgozzato nel centro storico: forse l’assassino ha un nome

Genova. I carabinieri del nucleo operativo che indagano sull’omicidio di Mohamed Abulah, il marocchino di 39 anni sgozzato in vico dei Biscotti, hanno il nome del probabile assassino. Si tratterebbe di uno spacciatore senegalese senza fissa dimora e per questo irreperibile e difficile da rintracciare.

Il ricercato, che si pensa possa essere andato via da Genova, è uno dei tanti “cavalli” che vendono dosi di droga nei vicoli della città. Da quel nome gli inquirenti potrebbero risalire anche ai due complici che hanno preso parte all’aggressione sfociata nell’omicidio, due connazionali, pusher come lui.

La comunità magrebina del centro storico ha intanto consentito di fare luce sulla vera nazionalità della vittima del delitto: Mohamed Abulah è un marocchino e non algerino, come si credeva sino a ieri in base a dichiarazioni da lui rilasciate in passato alle forze dell’ordine. Un piccolo spacciatore non violento che forse ha fatto un errore: intralciare gli affari dei pusher senegalesi che agiscono nel centro storico.

leggi anche
  • Sgozzato nel centro storico: “Diritto alla sicurezza tema di sinistra”
  • Gli sviluppi
    Sgozzato nel centro storico, telefono della vittima al centro delle indagini
  • Omicidio a genova
    Sgozzato nel centro storico, il procuratore capo: “Preoccupa il clima di omertà”
  • Omicidio
    Genova, sgozzato nel centro storico: c’è un testimone
  • Genova
    Sgozzato nel centro storico: forse un regolamento di conti per droga