Quantcast
Politica

Genova, il sindaco Doria visita la nuova sede di GNV

Il Sindaco di Genova Marco Doria ha visitato oggi la nuova sede di Grandi Navi Veloci in via Balleydier 7, e ha incontrato il Presidente e Amministratore delegato Roberto Martinoli, i dirigenti e i dipendenti della Compagnia, e il Presidente e Amministratore delegato dell’agenzia marittima Le Navi Franco Zuccarino.

Nel corso dell’incontro con il management di Gnv, il Sindaco Doria ha ribadito il valore strategico che rivestono i traffici marittimi, la presenza e la crescita delle società armatoriali e il loro radicamento a Genova. In questo ambito è stata sottolineato il particolare ruolo di Stazioni marittime e del terminal traghetti.

“Siamo lieti – sottolinea Roberto Martinoli, Presidente e Ad di Grandi Navi Veloci – di aver ricevuto il Sindaco Doria, sempre molto attento alle tematiche imprenditoriali legate al nostro territorio e al Porto. La sua visita è stata una significativa occasione per illustrargli le nostre strategie, il nostro impegno per la città e i nostri progetti per il futuro. Genova è il centro della nostra attività e il fulcro delle nostre strategie operative, e lo spostamento nei nuova moderni uffici di via Balleydier testimonia la nostra volontà di continuare a investire sulla città e sul territorio”.

Lo sviluppo di questo fondamentale settore economico – è stato osservato durante il colloquio – accresce la necessità di collegamenti nazionali più rapidi per la nostra città a cominciare dalla realizzazione del Terzo valico ferroviario e del nuovo nodo stradale di San Benigno.

Nel solco della storica vocazione di Genova per il mare, GNV fornisce un contributo concreto per valorizzare l’identità della città, e costituisce di fatto un ponte tra le sponde e le culture del Mediterraneo: GNV produce un indotto di oltre 960 milioni di euro a favore dell’economia nazionale, oltre 200 dei quali interessano direttamente il territorio genovese.

Nel 2013 GNV ha generato un valore aggiunto di 85,5 milioni, ha investito in beni e servizi per 246,2 milioni (di cui 64,6 a favore di fornitori locali genovesi) e ha espresso un contributo indiretto all’occupazione locale per complessivi, ulteriori 400 posti di lavoro.

Più informazioni