Quantcast
Cronaca

Furti e disagi, a Busalla via al progetto per un’area di sosta per tir

Camion rubato a Jesi e trovato a Savona

Busalla. Da anni in Valle Scrivia i cittadini e gli autotrasportatori chiedono la realizzazione di un parcheggio per veicoli pesanti, che consenta di eliminare la sosta dei camion nei centri abitati ed eviti agli autotrasportatori i sempre più frequenti furti delle merci e veicoli nonché atti di vandalismo.

Per questo motivo CNA Genova e il Comune di Busalla hanno deciso di unire gli sforzi e le rispettive competenze per raggiungere un risultato, inseguito da molto tempo, individuando una zona di sosta baricentrica, a pochi chilometri dal porto di Genova e servita da importanti linee di comunicazione con la pianura padana ed il nord Europa, da attrezzare con le necessarie strutture logistiche. L’idea è quella di recuperare e riqualificare un’ampia area da destinare a parcheggio misto per mezzi pesanti ed autovetture nella zona artigianale di Via Fontanelle a Sarissola, prevedendo la realizzazione di dotazioni di servizio adeguate quali accessi automatizzati, recinzioni, sistemazione di tratti di pavimentazione e videosorveglianza.

Nella convezione firmata il 28 ottobre tra Comune di Busalla e CNA-FITA Genova è previsto l’impegno dell’Amministrazione comunale a reperire risorse finanziarie adeguate all’intervento, anche tramite l’accesso ai contributi regionali disponibili, a garantire la piena fruizione dell’area a tutti i soggetti interessati e a condividere, tramite un tavolo di consultazione permanente sui problemi della viabilità, le modalità di gestione del nuovo parcheggio.

CNA FITA sosterrà il progetto presso tutte le Istituzioni, in particolare la Camera di Commercio di Genova e l’Autorità Portuale, e procederà a raccogliere le istanze dei propri numerosi associati dell’autotrasporto per rendere il servizio efficiente e rispondente alle reali esigenze degli autotrasportatori. Se l’operazione andrà a buon fine, nell’area troveranno parcheggio, in piena sicurezza, ben oltre 50 tra autoarticolati e autocarri con costi contenuti e competitivi, in una zona lontana dal centro abitato e oggi fortemente degradata. Si renderanno inoltre disponibili, per altre finalità di pubblico utilizzo e di recupero e riqualificazione urbana, aree oggi “occupate” (per mancanza di alternative) dai veicoli pesanti.

Paola Noli Vice Presidente della CNA di Genova ed il Presidente di CNA-FITA Genova Giuseppe Bossa, hanno congiuntamente firmato il documento ed hanno espresso al Sindaco Loris Maieron e a tutta l’Amministrazione Civica di Busalla un ringraziamento a nome di tutti i loro associati per la sensibilità dimostrata nei confronti delle imprese dell’autotrasporto.
Genova 02/11/2015