Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Focaccia di Recco a marchio Igp, Senarega (Lega Nord) soddisfatto

Franco Senarega, consigliere regionale (Lega Nord- Liguria Salvini) soddisfatto per l’ottenimento del marchio Igp per la focaccia di Recco. “Finalmente, dopo una battaglia durata dodici anni, la focaccia di Recco è diventata Igp (indicazione geografica protetta). Un traguardo importantissimo che anche noi della Lega Nord abbiamo da sempre voluto tagliare, al fine di tutelare un prodotto gastronomico tipico della nostra regione, che possa diventare volano per far conoscere, oltre i confini liguri, le eccellenze del nostro prezioso territorio”.

Oggi, per la focaccia al formaggio di Recco è un giorno da segnare sul calendario. Finalmente questo tipico prodotto gastronomico ligure può fregiarsi dell’utilizzo del marchio di protezione comunitario Igp.

“L’iter per ottenere questo grande risultato è stato lungo e laborioso – spiega Senarega, attualmente consigliere regionale, ma da anni amministratore locale del comune di Recco –. Finalmente, dopo anni di battaglie, la focaccia al formaggio recchese ha ottenuto questo importante riconoscimento, superando mille cavilli burocratici. Con oggi si è conclusa l’ultima fase di questo lungo percorso che permetterà ai produttori di fregiarsi del marchio comunitario di protezione”.

Recco è la città della focaccia col formaggio e con i Comuni limitrofi (Sori, Avegno e Camogli) ne delimita la zona di produzione inserita nel disciplinare Igp redatto e approvato dal Consorzio Focaccia, costituitosi nel 2005, per ottenere l’ambita certificazione europea.

“La nostra focaccia al formaggio – sottolinea il consigliere regionale leghista – è entrata nella classifica prestigiosa della produzione agroalimentare europea, diventando uno dei prodotti che rappresentano l’Italia nel mondo. Un traguardo importantissimo, che anche noi della Lega Nord abbiamo da sempre voluto tagliare, al fine di tutelare un prodotto gastronomico tipico della nostra regione, che possa diventare volano per far conoscere, oltre i confini liguri, le eccellenze del nostro prezioso territorio”.