Quantcast
Tagli?

Fiera di Genova, il salone dell’orientamento inizia con la protesta

fiera di genova protesta tursi

Genova. Ore 12 di martedì 3 novembre. L’inizio di Orientamenti e ABCD e la contemporanea protesta dei lavoratori della Fiera. Si annuncia insomma calda la prima giornata dedicata ai saloni dell’orientamento e dell’educazione

Le autorità troveranno così i dipendenti dell’ente, che negli scorsi anni ha subito un duro processo di ristrutturazione. “Nell’ultimo incontro – spiegano Cgil, Cisl e Uil – è stato comunicato che per sopravvivere Fiera potrà forse tenere in carico 14/15 lavoratori al massimo su 42. Per tutti gli altri si profila, ad oggi, il licenziamento”.

“Questa operazione di dimagrimento potrebbe passare attraverso l’assorbimento di Fiera Genova in Porto Antico, società che attualmente non appare in ottima salute. Viste la mancata ricapitalizzazione e la negazione di un prestito da parte di BNL, Fiera vive un momento di crisi di liquidità con la preoccupante eventualità che , a breve, non riesca a pagare gli stipendi. La perdita di Fiera è ormai pari a 2.000.000 di euro all’anno, di fatto non vi è alcun piano industriale e le soluzioni pensate si sono rivelate del tutto inefficaci”.

Situazione difficile, acuita dal “caso Salone Nautico”. “Ad accrescere l’inquietudine – concludono i sindacati – è il complesso rapporto con UCINA, Confindustria della nautica che rivendica l’assoluto potere decisionale sul Salone, di proprietà della Fiera, che mette a forte rischio la manifestazione sul territorio genovese”.

leggi anche
DSC 0037
Domani l'inaugurazione
ABCD e Orientamenti, alla Fiera di Genova i saloni tra formazione e lavoro