Quantcast
Nonni studenti

Da Lettere a Medicina, boom di iscrizioni per il 32esimo anno accademico dell’Unite

Il racconto di Jolanda (92 anni): "Frequento i corsi da 32 anni"

Genova. E’ boom di iscrizioni per il 32esimo anno accademico di Unite, l’università della terza età che si è inaugurato oggi nel salone del maggior consiglio di Palazzo Ducale, ‘sold out’ per la lectio magistralis del rettore Paolo Comanducci sul diritto. Circa 1100 gli adulti (l’età media è 62 anni) che si sono iscritti ai corsi delle diverse aree. Quelli più richiesti? “Lettere, architettura, Medicina.

“Nel suo programma il rettore aveva detto che l’università si sarebbe aperta alla città e questo è uno dei modi di farlo. Questa è una missione che va oltre i corsi istituzionali ma ha una ricaduta culturale e sociale” spiega Francesco Surdich, coordinatore dell’Unite. “Di solito le persone scelgono di frequentare i corsi che non hanno potuto seguire in gioventù, per completare la formazione o per coltivare una sorta di hobby e visto che spesso si tratta di nonni, per trasmettere qualcosa ai lavoro nipoti”.

Jolanda Giovanna Pinna, 92 anni, frequenta l’università della terza età da 32: “Ho fatto tutti i corsi – dice soddisfatta – da legge a lettere, da architettura e medicina e sto preparando la mia terza tesi. Faccio la coordinatrice quindi ho il compito di chiamare tutti i professori e spero di poter continuare a fare questo per tutti i giorni che mi restano”. Giovanna, che ama scrivere poesie con lo pseudonimo di Giannina, ha ricevuto anche un medaglia per il ‘record’ di partecipazione. I corsi, prevedono anche convegni, mostre e spettacoli teatrali: una formazione non convenzionale tenuta però dagli stessi docenti che tengono i corsi ‘istituzionali’.