Quantcast
La protesta continua

Appalti Iren, lunedi i lavoratori di Coget si incateneranno davanti a Tursi

I sindacati: "Il sindaco ci ha chiarito da che parte sta, e non è quella dei lavoratori"

Genova. E’ terminata l’ennesima giornata di protesta dei lavoratori degli appalti Iren che sono arrivati al quarto giorno di sciopero.

L’assemblea improvvisata sotto palazzo Tursi dove sono state chiuse le porte per evitare una nuova occupazione, ha deciso che i 19 lavoratori di Coget (l’azienda a cui Iren non ha rinnovato l’appalto per la manutenzione) lunedì si incateneranno davanti a Tursi. Gli altri torneranno al lavoro ma solo fino a martedì mattina.

Per martedì pomeriggio infatti è stata indetta un’assemblea si 4 ore che potrebbe svolgersi nella sede delle Gavette oppure di nuovo sotto palazzo Tursi dove si svolgerà la seduta del consiglio comunale. “La giornata di oggi è stata utile a capire da che parte sta il sindaco di Genova – hanno detto i sindacati al megafono – che si è mostrato indisponibile a valutare le proposte che gli abbiamo fatto per risolvere la situazione. Sapevano che la nostra lotta sarebbe stata dura e non si ferma qui”.

I sindacati hanno anche anticipato ai lavoratori che Cgil, Cisl e Uil potrebbero indire a breve uno sciopero cittadino contro il Comune di Genova sulla questione della gestione degli appalti.

Nel serrato incontro con una delegazione di lavoratori il sindaco di Genova aveva chiarito di non poter intervenire su Iren per spingerla attraverso nuovi investimenti ad assorbire i lavoratori di Coget che a metà dicembre saranno licenziati.