Quantcast
Genova

Appalti Iren, corteo contro Tursi: “Un silenzio vergognoso” fotogallery

In piazza i metalmeccanici, la funzione pubblica, il commercio, i pensionati e le delegazioni di tutte le categorie economiche di Cgil, Cisl e Uil

Genova. Agg.h.15.21. Il corteo è arrivato davanti a Tursi, ma il portone è chiuso e presidiato dai vigili e da personale della Digos. I manifestanti intonano cori contro il sindaco e la giunta, lungo il percorso sono stati accesi alcuni fumogeni ma al momento la situazione è tranquilla.

“Pane e lavoro” è lo striscione che apre il lungo corteo che sta attraversando Genova per mandare un segnale di solidarietà ai lavoratori degli appalti di Iren in lotta ornai da nove giorni, ma anche per porre l’attenzione sulle tante emergenze industriali del territorio.

In piazza i metalmeccanici, la funzione pubblica, il commercio, i pensionati e le delegazioni di tutte le categorie economiche di Cgil, Cisl e Uil.

Il corteo, dopo un presidio davanti alla prefettura, è partito alla volta di Tursi. Il sindaco Marco Doria è infatti considerato dai lavoratori come l’ostacolo principale per la soluzione della vertenza dei lavoratori ex Coget, scintilla da cui è partita la mobilitazione. “Appalti Iren una vergogna per Genova. Comune silenzio vergognoso”, si legge infatti su un altro striscione.

Il centro di Genova, intanto, è completamente paralizzato dalla manifestazione.

leggi anche
  • No ai licenziamenti
    Appalti Iren, i lavoratori di Coget cominciano lo sciopero della fame. Oggi il corteo contro Tursi
  • Presidio
    Appalti Iren, continua la protesta: presidio in via San Giacomo e Filippo
  • La protesta
    Ancora nulla di fatto a Tursi, gli edili degli appalti Iren arrivano in Regione
  • Traffico in titl
    Appalti Iren e ambulanti, due cortei in centro: Genova paralizzata
  • Forte stress
    Appalti Iren: 2 manifestanti colpiti da malore durante la protesta
  • Assemblea
    Appalti Iren, lavoratori in agitazione: “Il bando produrrà disoccupazione”