Quantcast
La protesta

Ancora nulla di fatto a Tursi, gli edili degli appalti Iren arrivano in Regione

Genova. Ancora un nulla di fatto per i lavoratori edili degli appalti Iren e soprattutto per i 19 dell’azienda Coget che a metà dicembre perderanno il lavoro. Dopo l’incontro che si è tenuto questa mattina con l’assessore comunale Emanuele Piazza sindacati e lavoratori erano convinti che una soluzione, perlomeno per i 19 sarebbe arrivata entro la giornata.

Invece nel pomeriggio, quando gli edili hanno invaso pacificamente la sala rossa, l’assessore ha spiegato in aula che il Comune sta cercando di individuare una soluzione “in tempi rapidi” e che avrebbe tenuto aggiornati i sindacati. I lavoratori dopo aver lasciato l’aula, hanno tenuto un’assemblea nel cortile di Tursi, poi si sono mossi in corteo prima bloccando piazza Corvetto, poi si sono diretti in via Fieschi nella sede del consiglio regionale.

“Vogliamo illustrare al presidente Toti la situazione di disagio che stanno vivendo i lavoratori edili se non verranno applicata una seria regolamentazione nel settore degli appalti, con una clausola sociale che tuteli l’occupazione dei lavoratori. “Il Comune di Genova non sirispetta gli accordi – spiegano i sindacati – visto che il 12 ottobre avevamo firmato un protocollo d’intesa in cui Tursi si impegnava a chiedere ad Iren strumenti utili alla salvaguardia dell’occupazione anche alla luce delle ultime aggiudicazioni. Invece ad oggi nulla è stato fatto, come non si è fatto nulla sul ‘gruppo di lavoro in materia di tutela della legalità degli appalti, che avrebbe dovuto essere istituito immediatamente dopo quel protocollo”.

leggi anche
  • Assemblea
    Appalti Iren, lavoratori in agitazione: “Il bando produrrà disoccupazione”