Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ampliamento della Coop di Rapallo, posizioni contrapposte: botta e risposta tra Ascom e Capurro

Rapallo. Le associazioni di commercianti rapallesi si sono dette da subito contrarie all’apertura della Coop a Sant’Anna e lo sono ancora di più rispetto alla richiesta di ampliamento, fatto auspicato dall’ex sindaco e ora consiglio di opposizione Armando Ezio Capurro.

“Ci rammarica la sua posizione in merito ai cambi d’uso e all’ampliamento che riguardano la grande distribuzione – si legge in una lettera inviata dal presidente dell’Ascom, Rocco Costanzo, al consigliere – il fatto che questa ‘calat’ avvenga da noi con più di vent’anni di ritardo ci dà l’opportunità di valutare e comprendere quali effetti porti l’apertura di grandi metrature commerciali nelle città di dimensioni come la nostra”.

Per l’Ascom i risultati sono chiari, cioè saracinesche abbassate, desertificazione e conseguente aumento degli episodi di microcriminalità. “A rischio ci sono le piccole attività familiari e a Rapallo c’era davvero bisogno di un altro supermercato? – spiega ancora l’associazione – Noi suggeriamo di ripartire dalle esigenza di vita della città”.

Ma la posizione di Capurro è irremovibile e arriva subito la replica. “La presenza di un supermercato in periferia al servizio di frazioni popolose toglie traffico al centro perché, certamente, molti di questi abitanti si recano giornalmente in auto dentro la cinta ferroviaria – dichiara – nelle città turistiche come si deve, inoltre, ci sono molti più supermercati e i problemi di Rapallo non sono certamente questi, anzi. I commercianti dovrebbero prendere esempio da altre località, ad esempio tenendo aperto la sera”.

Un vero e proprio botta e risposta, su cui ognuno continua a tenere la propria visione.