Quantcast
Pressing

Ambiente, Rosso: “Tempi certi sul depuratore comprensoriale tra Cogoleto e Arenzano”

cogoleto

Cogoleto. “Condivido le preoccupazioni dei cittadini e degli operatori del settore balneare sull’assenza di un depuratoreche copra il territorio tra Vesima e Cogoleto, per la cui realizzazione i lavori sono partiti nel 2004 e sarebbero già costati circa 20 milioni di euro”, dice Matteo Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Liguria che sul tema ha presentato un’interrogazione in consiglio regionale.

“Per dieci anni di giunta Burlando non abbiamo avuto certezze sulla data di fine lavori – sottolinea Rosso – i cittadini sono allarmati sui ritardi anche perché, nonostante la lunga attesa, Cogoleto e Arenzano risultano ancora gli unici Comuni, tra Genova e Savona, a sversare acque nere in mare. Ai disagi e ai danni dal punto di vista ambientale, si aggiunga anche il pericolo di ricevere una multa da parte dell’Unione Europea che ha già avviato una procedura di infrazione nei confronti della Liguria per inadempienze sugli impianti di depurazione delle acque. Secondo i tempi stabiliti alla Mediterranee Acque, ad agosto di quest’anno, il complesso sarebbe dovuto essere consegnato, per gli allacciamenti necessari: molti interventi come le tubature lungo le strade sono già state portate a termine, ma ancora i cittadini di Arenzano e Cogoleto aspettano di sapere a che punto siamo con il depuratore la cui entrata in funzione era stata annunciata per il 2017”.

“Siamo fiduciosi che questa nuova giunta possa fornire una data certa sulla consegna e, in seguito, sulla messa in funzione del tanto atteso depuratore intercomunale che darebbe finalmente adeguate garanzie ambientali ai cittadini e alle tante attività presenti nella zona che vivono di turismo, soprattutto collegato alla stagione balneare per cui la qualità delle acque è un fattore di primaria importanza”, termina Rosso.

leggi anche
cronaca
Ordine del giorno
Depuratore comprensoriale a Chiavari: la Regione dice no