Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Allarme rapine e furti nella zona di Struppa, cittadini esasperati. Tursi: “Intensificheremo i controlli”

Via Trossarelli e le zone limitrofe sono le più critiche

Genova. La popolazione della zona di Struppa è esasperata per l’aumento di reati come rapine e furti in casa e per questo chiede l’intervento immediato del Comune. “I cittadini hanno paura perché vengono aggrediti per strada e nelle loro case – spiega il consigliere del Pd, Stefano Villa – c’è stata un’assemblea pubblica molto partecipata proprio su questi argomenti, da cui è emersa la necessità di maggiore sicurezza, sia attraverso un presidio del territorio da parte delle forze dell’ordine, che con l’installazione di nuove telecamere dove non sono presenti”.

Gli abitanti hanno anche dato il via a una raccolta firme, già consegnata all’assessore alla Legalità e Sicurezza Elena Fiorini, che la scorsa settimana ha ricevuto una delegazione. “Abbiamo voluto verificare la situazione tramite i dati delle forze dell’ordine – dichiara l’assessore – nell’area di Molassana, tra gennaio e ottobre, i furti sono diminuiti del 30% (da 81 a 58) rispetto allo scorso anno, ma effettivamente si è registrato un incremento in via Trossarelli”.

Ed è proprio questa la zona più critica, dove in poco tempo si sono verificati ben 11 colpi, alcuni molto cruenti. Uno dei fatti più gravi risale allo scorso mese di ottobre, quando due anziani furono derubati dopo essere stati brutalmente picchiati dai ladri nella loro villa di campagna.

“Via Trossarelli è lunga circa 3 chilometri ed effettivamente non ci sono telecamere – conclude Fiorini – abbiamo fissato un sopralluogo per domani per vedere quali siano la migliori possibilità operative da mettere in campo. Analizzeremo anche gli orari in cui sono stati messi a segno i vari reati per cercare di intensificare i controlli soprattutto in quei frangenti, ma non solo”.