Quantcast
Cronaca

Allarme punteruolo rosso a Rapallo, Tosi (M5S): “Dal sindaco solo silenzio”

Punteruolo rosso parassita palme

Rapallo. L’allarme punteruolo rosso dilaga in tutta la Liguria, da Genova a Portovenere, da Finale Ligure alla riviera di Levante. “Mentre quasi tutti i Comuni si stanno attivando con delibere e ordinanze per abbattere le palme cittadine colpite dal letale insetto, a Rapallo l’emergenza cresce di giorno in giorno nell’inquietante silenzio del sindaco e della sua giunta”. Lo denuncia il consigliere regionale del M5S, Fabio Tosi.

“Eppure, quasi un mese fa, il Dipartimento regionale Agricoltura, Sport, Turismo e Cultura – Settore Fitosanitario – aveva inviato ai comuni di Rapallo e Santa Margherita Ligure una raccomandata con la quale, di fatto, derogava al piano regionale di lotta al punteruolo rosso della palma. E, in questo modo, consentiva alle amministrazioni comunali di smaltire le palme infestate (e a rischio collasso) in discarica o attraverso ditte che praticano il compostaggio di residui vegetali”, prosegue.

Era il 14 ottobre scorso. “Da allora nulla si è mosso, nonostante l’urgenza di un intervento immediato che garantisca la sicurezza di pedoni o auto in transito. Solo a Rapallo, si parla di una decina di palme attaccate dal punteruolo e che potrebbero crollare da un momento all’altro. Come si sta muovendo la giunta per arginare l’emergenza? Ora le competenze per agire ci sono. Oppure dobbiamo attendere un caso di cronaca prima di risolvere il problema?”, termina Tosi.

leggi anche
A Rapallo interventi contro il punteruolo rosso
Via alla pulizia
Punteruolo rosso: a Rapallo partono gli interventi contro il parassita delle palme
A Rapallo interventi contro il punteruolo rosso
Niente gara
Punteruolo rosso, a Rapallo polemica sull’affidamento dei lavori. Il sindaco: “Prima la sicurezza”