Quantcast
Prigionieri in casa

Albaro, perseguita la suocera e l’ex marito: arrestata per stalking

Albaro. Il matrimonio è finito, ma lei non l’ha presa bene e ha iniziato a minacciare l’ex marito e la madre dell’uomo, fino a quando è finita in manette. L’arrestato della 47enne per atti persecutori è avvenuto ieri sera, quando le volanti della Questura sono intervenute nei pressi della casa della ex suocera, una 79enne genovese.

La stalker, infatti, dopo aver minacciato telefonicamente il figlio di morte, stava suonando insistentemente al citofono, proprio come aveva già fatto nelle sere precedenti. I poliziotti l’hanno trovata ancora dentro il palazzo e accompagnata a casa, dove sconterà gli arresti domiciliari e resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria.

L’ex suocera ha raccontato ai poliziotti che, dallo scorso mese di agosto, sono iniziate le continue minacce, violenze psicologiche e vessazioni da parte della nuora, tanto che suo figlio è stato costretto a trasferirsi. Ha riferito inoltre, nell’ennesima denuncia presentata in Questura, che questi comportamenti hanno causato ansia e paura a lei e a tutta la famiglia, facendoli sentire prigionieri in casa.

La donna piombava davanti al portone e si accaniva di continuo sul citofono o sul campanello di casa. Con un solo obiettivo, come da lei urlato più volte con tono minaccioso nell’atrio del portone: “voglio rendere a vita impossibile a mio marito e a mia suocera”.

A fare capire lo stato di grande confusione della donna è un particolare: mentre veniva trasferita a bordo di una volante la quarantenne si è più volte quasi sfilato il reggiseno ammiccando in modo sostenuto in direzione di uno degli agenti.

leggi anche
  • Genova
    Minaccia di uccidere compagna e figliastra di 7 anni: arrestato 40enne
  • Stazione di prà
    Minaccia la ex con un coltello: arrestato
  • Genova
    Sperona e tampona la ex: arrestato per stalking