Quantcast
Da oggi

A salutare il padrone scomparso, Genova apre ai cani le porte dei suoi cimiteri

Dopo Milano e Torino anche Genova. Al via la sperimentazione: "Ma servono educazione e buonsenso"

Genova. Staglieno, ore 9 del mattino. Chi vende fiori, chi entra dai cancelli per andare a porgere un omaggio ai propri defunti, chi ancora ammira, non lo dimentichiamo, uno dei cimiteri monumentali più belli d’Europa.

Il solito via vai, ad uno sguardo superficiale. Invece no, perché da oggi quei cancelli li possono varcare anche gli amici a quattro zampe. E’ partita infatti la sperimentazione che nei prossimi mesi permetterà ai cani di accedere per 12 volte nei camposanti. Se tutto andrà per il meglio le porte rimarranno aperte (qui le regole a cui attenersi).

Tra chi entra con Fido c’è anche Paolo Repetto, consigliere comunale e tra i promotori dell’iniziativa: “Finalmente dopo Milano un anno fa e Torino recentemente – spiega – anche noi abbiamo la possibilità di far entrare i nostri cani nei cimiteri civili. Ci sono casi in cui il loro padrone è deceduto ed è giusto si rechino a trovarlo“.

Non dovrà però essere il far-west: “Servono buonsenso ed educazione: i padroni devono essere muniti di museruola e utilizzarla all’occorrenza e naturalmente di paletta o sacchetti, onde evitare spiacevoli conseguenze”.

leggi anche
cimitero
Le regole
Genova apre i cimiteri ai cani: parte la sperimentazione
Esposizione canina internazionale
Alla fiera
Oltre 2500 cani pronti ad “invadere” Genova: torna l’Esposizione Internazionale
Nuovi cani Canile Savona
50 euro
Genova Nervi, cani senza guinzaglio e museruola: padroni multati