Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Natale si intensifica il traffico illegale di cani: sequestro a Genova

Incrementate le indagini e i controlli

Più informazioni su

Genova. Un ennesimo colpo al commercio illegale di cani è stato inflitto dai comandi della stazione forestale di Montebruno e Santo Stefano d’Aveto. Un traffico che in questo periodo dell’anno si intensifica visto l’approssimarsi delle festività, quindi di pari passo vengono incrementate le indagini e i controlli.

Questa volta a finire nei guai è stato un peruviano di anni 34, con precedenti specifici in materia di maltrattamento animali, beccato mentre mentre stava vendendo un cucciolo di Beagle nei pressi dell’uscita del casello autostradale di Genova Bolzaneto. Dal controllo è emerso che l’animale era sprovvisto di qualsiasi documentazione sanitaria o passaporto animale e risultava sprovvisto dell’obbligatorio microchip.

Il personale del Corpo Forestale intervenuto, ha quindi posto sotto sequestro l’animale per successivi accertamenti tutt’ora in corso, al termine dei quali, provvederanno a comminare le sanzioni amministrative previste per detenzione e la vendita di cani non correttamente identificati, che nel caso specifico, essendo l’animale
proveniente dal Piemonte, possono arrivare fino a 700 euro.

Il cucciolo era stato scelto dal potenziale acquirente, su un noto sito di annunci on-line, dove il trasgressore pubblicizza diversi cuccioli di razza Beagle.