Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terrile (Pd) con il Blue Print: “più spazio ai cantieri nel porticciolo Duca degli Abruzzi”

“La città di Genova non può far finta di non aver sentito il grido di allarme di Marco Bisagno, che annuncia che in mancanza di ulteriori spazi per bacini e riparazioni navali si vedrà costretto a lasciare Genova. Spetta alla politica definire le priorità, e il Partito Democratico Genovese non ha dubbi: il porticciolo Duca degli Abruzzi deve essere trasformato come previsto dal Blue Print di Renzo Piano per consentire più spazio ai cantieri navali”. Alessandro Terrile, segretario del Pd Genovese, si schiera con il presidente dell’Autorità Portuale Luigi Merlo e contro i circoli che hanno annunciato ricorso contro il Blue Print.

“I circoli nautici, compreso lo Yacht Club, – spiega Terrile – possono essere ricollocati nelle darsene di Fiera, come già proposto da Autorità Portuale. Il fatto che invece di proseguire un dialogo con le istituzioni per la ricollocazione, i Circoli abbiano preferito la via del ricorso al TAR per ottenere un allungamento della concessione e di fatto bloccare la trasformazione dell’area dà ancora una volta l’immagine di una città attenta sempre agli interessi particolari e poco ad un disegno comune di futuro e di sviluppo”.

“Bisagno ha ragione quando chiede un cambio di mentalità. Il PD Genovese difenderà fino in fondo la scelta del Blue Print, dello sviluppo e dell’occupazione che può derivare dalle aziende di riparazione e costruzione navale. Quella delle aree comprese tra Fiera e Porto Antico è una partita strategica: non lasceremo che sia bloccata ancora da veti incrociati”.