Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie C Silver: Aurora Chiavari, netto successo all’esordio risultati

La Spezia batte Genova 3 a 0

Chiavari. Fattore campo quasi completamente rispettato nel turno inaugurale della Serie C Silver. I successi casalinghi sono stati quattro.

L’unica squadra capace di vincere in trasferta è stata l’Aurora Chiavari, che ha liquidato il Red Ovada. I gialloblù di coach Marenco si sono imposti con ben 36 punti di scarto.

La giovane squadra allenata da Brignoli, composta per nove decimi da under 20, non impensierisce l’Aurora. Poca suspense in una gara dove i gialloblù mettono subito in chiaro le cose con un avvio bruciante (14-3 al 5°). Vercellotti ne mette undici in nemmeno otto minuti, poi l’Aurora va col pilota automatico arrivando sul +29 alla sirena di metà partita.

In un match che non sollecita più di tanto le corde chiavaresi, i biancorossi di casa ci mettono comunque impegno e volontà e ottengono anche buoni flash dal duo Ferrando-Cruder. Ma gli ospiti sono decisamente padroni della situazione e lo testimoniano gli ampi minutaggi che l’allenatore dedica ai componenti del roster: tutti sopra gli 11 minuti di impiego.

Detto così di una gara tutt’altro che vibrante, tra i singoli rimangono da segnalare gli effervescenti Vercellotti e Toschi, le buone prove dei due giovani under Jacopo Muzzi e Lorenzo Costacurta (una coppia di recente acquisizione che tornerà utile a coach Marenco anche e soprattutto in futuro) ed il predominio che non sconfina nell’eccessiva e spesso malcelata sicumera. Altre e ben più probanti sfide attendono Garibotto e compagni, cominciando da domenica prossima contro l’Ospedaletti, con gli arancioneri di Lupi che vorranno vendicare la rocambolesca gara 3 di semifinale playoff di cinque mesi fa.

Giuliano Marenco chiosa: “Tutto come previsto, con le favorite che si sono confermate. Dal canto nostro non abbiamo ricevuto indicazioni importanti da una partita che si è presto incanalata a nostro favore, data la differenza di valori e di esperienza a nostro vantaggio. Mi è piaciuto comunque l’approccio dei miei giocatori, tutti hanno avuto spazio a disposizione e l’atmosfera è stata piacevole, con i ‘vecchi’ che incoraggiavano i più giovani. Certo, le prossime gare ci diranno parecchio di più sulla nostra consistenza, oggi a noi mancava Edoardo Ferri mentre gli ovadesi dovevano fare a meno del loro americano, ma ritengo che possiamo fare buone cose anche in questo contesto più competitivo rispetto al recente passato”.

Il tabellino:
Red Basket Ovada – Aurora Basket Chiavari 47-83
(Parziali: 11-25; 22-51; 34-65)
Red Basket Ovada: Cardano, Ferrando 12, Cruder 9, Grossi 4, Migone 8; Andov, Paro 5, Ferrari, Canepa 9, Gervino. All. Brignoli.
Aurora Basket Chiavari: Podestà 6, Vercellotti 15, Garibotto 12, Terribile 10, Bottino 9, Toschi 15, Muzzi 2, Bartolozzi 4, Tealdi 4, Costacurta 6. All. Marenco.

Fermo per riposo il Centro Basket Sestri Levante, le altre tre compagini della provincia di Genova sono state sconfitte.

L’Ardita Juventus nulla ha potuto contro lo strapotere dello Spezia, favorito per il salto di categoria. I ragazzi condotti da Chiesa hanno cercato di limitare i danni e, con 15 punti di Sobrero e 14 di Ferrari, hanno ceduto con lo score di 99 a 60. Positivo il terzo tempo, l’unico nel quale i genovesi hanno giocato alla pari con gli spezzini.

Sarzana e Cus Genova, due squadre da piani alti della classifica, hanno dato vita ad un match appassionante, vinto dai padroni di casa per 96 a 88 grazie ad un allungo nel finale di gara. La formazione allenata da Pansolin e Taverna ha avuto quali migliori realizzatori Bedini (23) e Macrì (19).

Il Tigullio ha provato a dire la sua sul campo del Follo, restano in partita fino all’ultimo quarto. I locali, però, alla lunga hanno prevalso, imponendosi con 15 punti di scarto. La compagine di coach Pezzi ha realizzato 22 punti con Baiardo e 8 con Kourentis.