Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Se l’economia diventa circolare. Liguria Circular, Amiu presenta 20 progetti

Più informazioni su

Dalla riduzione dello spreco alimentare, col cibo da destinare a persone in disagio economico o da trasformare in oggetti domestici di design, ai progetti che
riguardano il comparto edile fino all’impiego delle nuove tecnologie per sviluppare oggetti che siano facilmente smontabili e riciclabili. Non c’è solo il recupero dei rifiuti, tra i 20 progetti che saranno presentati nell’ambito dell’incontro “Liguria Circular: idee progettuali di economia circolare per lo sviluppo green del territori” che si è aperta in Confindustria a Genova e che proseguirà anche domani con i tavoli tematici.

La scelta di Amiu, che ha promosso l’iniziativa, è partita nel 2014, nel momento di maggiore difficoltà con l’emergenza Scarpino. “Mercoledì saremo a Roma – ha detto il presidente di Amiu, Marco Castagna – a parlare di Liguria Circular come una delle esperienze più innovative di economia circolare. Pensare che lo fa un’azienda che sta portando 800 tonnellate di rifiuti fuori regione perché è in emergenza può sembrare difficile ma in realtà quando diciamo che dobbiamo superare l’emergenza e guardare al futuro vuole dire che dobbiamo bruciare le tappe”.

Liguria Circular è anche l’occasione per dare maggiore visibilità a questo tipo di economia, “un tema sul quale non c’è abbastanza informazione – ha detto Italo Porcile, assessore all’ambiente del Comune di Genova – ma si iniziano a vedere segnali importanti sia nei cittadini che nelle imprese”.