Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria-Empoli 1-1, ci pensa il “solito” Eder risultati fotogallery

Genova. Secondo pareggio casalingo per la Samp in questo campionato, i blucerchiati vanno sotto grazie a una magia di Pucciarelli, ma riagguantano il pareggio dopo pochissimi minuti grazie al solito Eder, che torna in vetta alla classifica dei marcatori. 1-1 con l’Empoli in questo posticipo della decima giornata di Serie A.

Zenga lascia a riposo Muriel in favore di Cassano, nel riscaldamento si fa male Regini (problema a un piede), è Mesbah a partire titolare. Gli altri componenti sono gli stessi che hanno battuto il Verona domenica.

Il primo tiro in porta, senza troppe pretese, è dell’Empoli: la conclusione di Saponara respinta dalla difesa favorisce Mario Rui, che però non angola a sufficienza, per Viviano è facile bloccare (3′).

La Samp fatica a carburare, soffre la difesa alta dell’Empoli, tant’è che segna due volte ma in netto fuorigioco nel primo quarto d’ora. I blucerchiati si fanno pericolosi con una bella manovra corale che mette Carbonero davanti alla porta: Il colombiano da ottima posizione, ben servito da Cassani, prova il destro, ma colpisce l’esterno della rete (16′).

Gli spazi ci sono e un minuto dopo è Soriano ad andare al tiro, ma la conclusione è centrale e viene disinnescata da Skorupski.

Cassano è in palla e confeziona assist per i compagni, quello per Eder al 21′ è sufficiente per far conquistare un calcio di punizione da posizione invitante alla sua squadra (e un cartellino giallo per Costa), ma la punizione di Fernando è però respinta dalla barriera. Il barese è il vertice alto e centrale dell’attacco blucerchiato, con Carbonero ed Eder ai lati.

L’Empoli si fa vedere al 26′ con un tiro di Saponara deviato da Silvestre, che Viviano para nonostante il cambio di traiettoria.

Arriva anche il giallo per Soriano al 41′ per un fallo a centrocampo su Tonelli. Sul finale del primo tempo grandissima azione della Samp giocata di prima da Barreto, Cassano ed Eder che porta a spasso tre difensori, ma non riesce ad arrivare lucido alla conclusione.

Rischio per la Samp proprio allo scadere del primo tempo: Saponara per Zielinski che per fortuna doriana più che un tiro fa un passaggio al portiere, favorendo l’intervento di Viviano.

La ripresa comincia con un cambio per l’Empoli: dentro Dioussé (senegalese, classe 1997) per Maiello, non sarà un cambio positivo per la squadra ospite.

È la Samp a farsi sotto con un duetto Cassano-Eder, cross rasoterra deviato da Tonelli, la palla attraversa tutta l’area piccola, Soriano non ci arriva per un soffio.

Al 51′ Zielinski trova spazio per penetrare centralmente, il suo rasoterra è deviato in angolo.

Il neoentrato Dioussé è subito in difficoltà ed è costretto ad atterrare Soriano lanciato in contropiede, beccandosi il giallo dopo 7 minuti di gioco.

Ancora i toscani al 56′ riescono a trovare lo spazio sulla tre quarti di campo per arrivare al tiro: è Saponara a provarci, ma anche in questo caso nessun problema per Viviano.

Il leggero predominio dell’Empoli si concretizza con una magia di Pucciarelli che porta in vantaggio i suoi: Zukanovic lo lascia girare in area, ma il sinistro è davvero imprendibile, sotto l’incrocio sul secondo palo.

Zenga decide che al 61′ è il momento di Muriel per Cassano, il colombiano è nervoso e pochi minuti dopo viene ammonito per proteste.

Al 65′ dentro Correa per Soriano. La partita si accende e anche la Sampdoria, che pareggia: Dioussé si fa rubare il pallone da Fernando, che lancia Eder in profondità, l’italo-brasiliano è implacabile e con il destro

Giampaolo sostituisce l’autore del gol Pucciarelli con Krunić, giovane trequartista bosniaco (71′).

Arriva il cartellino giallo anche per Büchel per una trattenuta ai danni dell’autore della rete del pareggio blucerchiato.

A 9 minuti dalla fine la Samp si mangia l’occasione per passare in vantaggio: cross dalla destra di Eder, Correa in tuffo di testa, completamente smarcato, non riesce neanche a inquadrare la porta.

Ultimo cambio per l’Empoli: fuori Büchel per Paredes (86′).

Ancora Samp all’87’: sponda di Correa per Muriel, girata di sinistro fuori di un niente.

La pessima partita di Dioussé termina tre minuti prima del tempo regolamentare: altro fallo e cartellino rosso per lui.

Zenga tenta il tutto per tutto all’88’: fuori Carbonero dentro Rodriguez. Barreto (ottima partita la sua) è l’ultimo a provarci: Skorupski para. Cervellera lo ammonisce solo al 90′ quando non serve più, nonostante abbia rallentato i rinvii per tutta la partita.

Finisce in parità. La Samp agguanta il Torino a 15 punti.

Sampdoria-Empoli 1-1

Reti: 60′ Pucciarelli; 67′ Eder

Sampdoria: Viviano, Cassani, Silvestre, Mesbah, Zukanovic, Fernando, Soriano (65′ Correa), Barreto, Carbonero (88′ Rodriguez), Cassano (61′ Muriel), Éder.

A disposizione: Puggioni, Brignoli, Moisander, Bonazzoli, Pereira, Palombo, De Silvestri, Rocca, Ivan.

Allenatore: Zenga.

Empoli: Skorupski, Laurini, Tonelli, Costa, Mário Rui, Büchel (86′ Paredes), Maiello (46’Dioussé), Zielinski, Saponara, Maccarone, Pucciarelli (71′ Krunić).

A disposizione: Pugliesi, Pelagotti, Zambelli, Bittante, Ronaldo, Barba, Piu, Camporese, Livaja.

Allenatore: Giampaolo

Arbitro: Cervellera di Taranto.

Ammoniti: Soriano, Muriel (S); Costa, Dioussé, Büchel, Skorupski (E)

Espulso: Dioussé all’88’

Spettatori: 19.114 abbonati, rateo 152.366, paganti 1.201, incasso lordo 23.655.