Quantcast
Il derby

Rugby, Serie C1: l’Amatori Genova parte bene, il Cogoleto rimonta e vincerisultati

I cinque punti vanno alle vespe, ma i blaugrana fanno bella figura

Cogoleto Rugby

Genova. Amatori Genova e Cogoleto hanno obiettivi differenti. Lo testimonia la classifica, dopo due sole giornate di gara. Le vespe volano a punteggio pieno; i blaugrana sono ancora a quota 0.

Tuttavia, lo scontro tra le due compagini, giocato a Sant’Olcese, è stato equilibrato ed è terminato con il successo dei gialloblù per 21 a 37.

La nostra squadra targata Amatori Genova – dicono i dirigenti blaugrana – è composta anche dai giocatori del Cus Genova che hanno accettato di buon grado di lanciarsi in questa stuzzicante avventura chiamata C1. Si allenano insieme da meno di un mese a mezzo, fanno ancora fatica ad assimilare gli uni il gioco degli altri, non riescono ancora a ricordarsi il nome delle giocate che forse l’anno prima chiamavano diversamente, non sono impeccabili in touche ma ci mettono il cuore e così hanno messo paura a due delle favorite per la promozione, Union Riviera e Cogoleto”.

Il futuro di questa squadra è roseo – proseguono -, lo si vede da tante piccole cose, da come ci si aiuta, non ci si manda al diavolo e ci si diverte insieme: il gruppo c’è, adesso plasmiamo una bella squadra”. Il team è allenato da Achille Borzone.

Il Cogoleto, nonostante un inizio nettamente sottotono, ha saputo reagire, ribaltando il risultato del primo tempo.

Il presidente Alexios Cena, ad inizio stagione, ha analizzato così le aspettative delle vespe: “Siamo in crescita e vogliamo mantenerci su questi livelli e gli obiettivi sono ben chiari: con gli uomini vogliamo avvicinarci alla promozione, con gli Under 18 vogliamo mantenere il raggruppamento élite con le migliori squadre in Italia, mentre con le donne l’obiettivo minimo è la salvezza. L’obiettivo più facile? Certamente quello della squadra femminile, anche perché il livello del campionato maschile si è alzato e sarà dura, ma non ci spaventiamo: restiamo fiduciosi e proveremo a fare il massimo“.