Quantcast
Cronaca

Rapallo, Chiavari e Montoggio: la Regione chiede fondi per la messa in sicurezza

consiglio regionale liguria

Liguria. Uno stanziamento di fondi per la progettazione definitiva di interventi di messa in sicurezza di aree a rischio idrogeologico e difesa delle popolazioni per poi essere comprese nella struttura di missione “Italia sicura” è stato chiesto, con una nota a Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti dall’assessore alle Infrastrutture, Ambiente e

Difesa del Suolo della Regione Liguria Giacomo Giampedrone. Interventi Altre risorse sono state chieste per situazioni di elevata criticità non ancora dotate della progettazione preliminare con le attività di indagine e monitoraggio.

Gli interventi prioritari, in provincia di Genova, già in possesso della progettazione preliminare per i quali si richiede il finanziamento della progettazione definitiva riguardano il primo lotto per la sistemazione idraulica del torrente San Francesco, a Rapallo, la sistemazione del torrente Rupinaro e Campodonico, primo lotto, a Chiavari, la sistemazione del Rio Carpi a Montoggio.

Nello Spezzino, la nota riguarda la realizzazione di un canale scolmatore del rio Pastanelli per la messa in sicurezza dell’abitato di Monterosso, nelle Cinque Terre. Nel Savonese la richiesta è per i lavori di ampliamento del torrente Quiliano, nel tratto compreso fra il cimitero e via Odino.

Due gli interventi in provincia di Imperia : la mitigazione del rischio nel tratto terminale del torrente Verbone, a Vallecrosia , la mitigazione del rischio-frane nel centro abitato di Mendatica. Infine Savona, con la sistemazione-primo lotto- del tratto urbano del torrente Letimbro.

Nella nota al ministro Galletti, Giampedrone chiede finanziamenti per la progettazione preliminare di opere per far fronte a situazioni in zone di elevata criticità. Sono i dissesti in località Carozzo, alla Spezia, in località Arzeno in comune di Ne, in provincia di Genova e nel centro abitato di Bajardo, nell’Imperiese.