Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Promozione: il Borzoli inchioda sul pari il Pietra Ligure risultati

L'Arenzano rifila quattro reti all'Andora

Arenzano. L’Albissola, in versione “schiacciasassi”, continua la sua marcia inarrestabile e nella quinta giornata di campionato rifila cinque reti (a zero) al Camporosso. La parte del mattatore la fa Di Pietro (autore di una tripletta al 30′, 33′ e 57′), ma a sbloccare il risultato ci ha pensato Doffo (subito in apertura, al 3’) e a metterlo al sicuro è stato Piana (al 26’). Cinque vittorie su cinque, difficile che possano essere smentiti, in futuro, i pronostici di fine estate.

Restando a “ponente”, bene anche l’Arenzano (ora al quinto posto in classifica), ma male l’Andora (fanalino di coda, ancora a digiuno di risultati positivi), che, dai “genovesi”, goal ne prende quattro (a uno); i marcatori arenzanesi sono Guerrieri al 50′, Dentici al 60′, Mazzei 77′ e Baroni F. all’86′.

Borzoli e Pietra Ligure non si fanno male a vicenda, accontentandosi di uno 0-0, che consente loro di mantenere – in coabitazione – il terzo gradino del podio.

Marotta e Cervetto determinano con le loro marcature il match fra Bragno ed Albenga (2-0), cosicché il valbormidesi (con questi tre punti d’oro) si piazzano a metà classifica.

Nonostante due espulsioni comminate dal direttore di gara Tassano di Chiavari (ma anche i genovesi ne hanno subita una), il Legino vince col Campomorone S.Olcese (2-1) ed ora i ragazzi di Tobia si ritrovano ad essere considerati i principali antagonisti dell’Albissola.

Muove la classifica il Quiliano e ci riesce fuori casa, con la Praese (1-1, Fravega e Mela su rigore i goleador), che comunque, con questo punticino, riesce a restare attualmente fuori dalla zona play out.

Anche Taggia e Certosa fanno 1-1 (con Cuneo al 5′ e Carrubba all’80′ in goal) e lo stesso risultato esce dalla sfida tra Veloce e Loanesi (1-1, Anselmo al 18′ pareggia la rete in apertura di Carparelli) cosicché muovono la classifica entrambe le contendenti, ma consentono all’Arenzano di scavalcarle e salire sull’ultimo gradino che ipoteticamente garantirebbe i play off.