Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Stella Sestrese blocca il Torriglia. Ne approfittano Isolese e Voltri 87 risultati

Prima vittoria del Ravecca sulla Pro Pontedecimo, il Fegino non va oltre il pari contro la Nuova Oregina. Isolani: tre punti in rimonta

Il Torriglia non riesce ad espugnare il “Piccardo” ed anzi viene salvato da un rigore a dieci minuti dalla fine del match con la Stella Sestrese.

Tra Torriglia e Stella Sestrese va in scena una sfida bella, con quattro gol che alla fine lascia l’amaro in bocca più ai padroni di casa, piuttosto che alla capolista. La partita inizia con un certo passo lento, salvo accelerare dal 34° in avanti, quando Avanzino porta in vantaggio i biancoazzurri, illudendo i propri sostenitori di poter ottenere la quarta vittoria in quattro gare.

In realtà da qui inizia la partita di sacrificio del Torriglia che al 40° resta in dieci per l’espulsione di Andriello per doppia ammonizione e tre minuti dopo subisce il meritato pareggio di Berto.

Nella ripresa dopo quattro minuti ed è ancora Berto protagonista, con un tiro deviato da Fossa, difensore torrigliese che spiazza il proprio portiere Bernini e regala il vantaggio a padroni di casa.

Da qui gli ospiti imbastiscono lente manovre offensive che non riescono a fare breccia nella difesa verdeblu. Il pareggio arriva all’80° con Barbieri che realizza un calcio di rigore che consente ai biancoazzurri di rimanere in testa, sebbene in coabitazione. Per la Stella un risultato che fa male, visto che i tre punti sarebbero stati meritati, ma che conferma la pressoché totale ripresa dopo l’inizio di campionato shock con il Fegino.

Il Torriglia rallenta quindi e dà modo a Voltri 87 e Isolese di raggiungerla in testa alla classifica.

Ottimo ruolino per i voltresi che dopo il pareggio nella prima giornata, hanno sempre vinto confermando l’ottimo lavoro fatto nel pre campionato. Con il Carignano la vittoria arriva in rimonta. Il vantaggio dei padroni di casa gialloblu arriva al 40°, ma dopo appena quattro minuti il Voltri 87 pareggia. Nella ripresa la partita è equilibrata con i locali che creano anche qualche occasione pericolosa, ma due gol, uno all’83°, l’altro al 90° danno i tre punti ai voltresi.

Ai “Tre Campanili” invece il clima è da grande partita, con un’Isolese in grande forma che sta affrondando il campionato da neopromossa con carattere. Contro il Galata in cerca di punti per risollevarsi dalle zone basse della classifica, però l’inizio è in salita perché Passerini dopo 8 minuti fa 1-0. Ci vuole un rigore di Stumpo a cinque minuti dalla pausa a rimettere in pari il risultato.

Nella ripresa l’Isolese avanza il proprio raggio d’azione progressivamente, fino a controllare la partita. All’80° Savaia pesca il jolly con un pallonetto poco fuori l’area avversaria che decide il match. Galata ultimo insieme con un solo punto in quattro partite.

L’ultima posizione del Galata è condivisa dalla Pro Pontedecimo che si scambia il ruolo di ultima in classifica con il Ravecca che vince a domicilio (1-2). I gol arrivano da Scevola che porta in vantaggio gli ospiti dopo solo sette minuti. Al 37° pareggiano i granata direttamente su punizione, ma nella ripresa, al 75° un’altra punizione, questa volta per il Ravecca decide la partita. La calcia Sechi, che supera il portiere locale e regala i primi punti agli ospiti.

Tornando nelle zone alte della classifica dietro al trittico di testa c’è il Fegino, che non riesce a vincere e a salire in vetta. In trasferta contro la Nuova Oregina, i granata vanno sotto al 22° per il gol di Pagano. Nella ripresa è Menegatti a pareggiare al 51°, e al 75° è un calcio di rigore a consentire agli ospiti di siglare il momentaneo 1-2. Nei minuti di recupero, però una caparbia Nuova Oregina riesce a pareggiare ottenendo il terzo pareggio in quattro gare. Per il Fegino un’occasione persa per superare tutti e balzare in testa.

A fare compagnia ai granata c’è l’Isolani che a Sciarborasca mette in campo tutta la propria voglia di vincere. Le due formazioni gialloblu danno vita a una partita animata. Al 6° Ghidella dell’Isolani colpisce la traversa, al 18° lo Sciarborasca passa con Angella e chiude il primo tempo in vantaggio.

Nella ripresa succede di tutto. Al 60° Borchi riporta il risultato sulla “X” su rigore. Al 75° un altro rigore concede il vantaggio agli ospiti che non sbagliano con De Vincenzo. Nell’azione lo Sciarborasca rimane in 10 per l’espulsione di Patetta.

All’80° terzo rigore della partita, stavolta per i padroni di casa che Parodi realizza, ma passano appena due minuti e Masino chiude il match con il gol del definitivo 2-3.

Non riesce a proseguire con le vittorie la Genovese Boccadasse che pareggia 0-0 con il Libraccio fuori casa, risultato più utile  al Libraccio per fare un piccolo passo in alto in classifica.