Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Lavagnese vince in rimonta. Il Sestri Levante torna a vincere nel derby risultati

I bianconeri rimontano due gol e mantengono il secondo posto. I corsari di Raimondi sono più cinici e battono il RapalloBogliasco. Ligorna asfaltato dalla Caronnese e dai propri errori

La settima giornata di Serie D mette le ali alla Lavagnese vince in trasferta a Vado (2-3) e rimane sulla scia della capolista Caronnese, vittoriosa anch’essa contro il Ligorna (2-4) con una prestazione di livello.

Il Sestri Levante, nonostante una prestazione non brillante, sfrutta il difficile momento del RapalloBogliasco e si aggiudica il derby  per 2-0.

Cuore e organizzazione consentono ai bianconeri di Dagnino di rimettere in carreggiata una partita che sembrava compromessa. Contro i rossoblu vadesi, la Lavagnese parte malissimo e subisce le folate offensive di una squadra ancora in cerca di vendetta dopo l’incredibile epilogo dello scorso turno contro il Borgosesia.

L’uno – due dei savonesi è da K.O. con il vantaggio di Lazzaro al 23° replicato da Caorsi appena tre minuti dopo con due azioni simili: palla sulla sinistra, cross al centro e puntuale deviazione in rete. Emerge proprio qui la forza dei bianconeri e dell’allenatore Dagnino bravo a tenere compatta la squadra e a non farla abbattere psicologicamente. Soprattutto ciò è ancor più vero se si considera che al 37° Galligani avrebbe l’occasione per accorciare le distanze su rigore, ma dagli 11 metri il centrocampista coglie il palo.

Poco prima della pausa, però arriva il meritato gol lavagnese con Currarino che al 46° viene imbeccato brillantemente dallo stesso Galligani e trova la rete che chiedeva Dagnino.

La situazione psicologica muta quindi nella ripresa con i padroni di casa che cercano di amministrare il vantaggio e gli ospiti che mostrano un piglio diverso. Al 57° viene espulso Di Leo che si prende il secondo giallo per un fallo netto su Croci. Questo fatto, contemporaneamente all’entrata in campo di Aurelio cambia radicalmente la partita.

Di nuovo Croci è protagonista, con una bella giocata che elude la marcatura di Capello, che al 67° atterra l’attaccante levantino. Sul dischetto si presenta Sciamanna che non sbaglia e regala il pareggio ai suoi. Il Vado, stanco, cede e due minuti più tardi Garrasi serve Currarino che completa la “remuntada”. L’occasione del pareggio rossblu ci sarebbe al 94°, ma Albamonte da due passi calcia fra le braccia di Gilli.

A Sestri Levante va in scena invece il derby di due squadre partite con il freno a mano tirato: i padroni di casa rossblu appunto, e il RapalloBogliasco, con in panchina l’esordiente Michele Coppola.

Le due compagini danno vita ad un match equilibrato, potenzialmente da 0-0, ma in cui i ragazzi di Raimondi si sono dimostrati più concentrati e reattivi. Il primo tempo vede un Sestri Levante meglio organizzato, con un buon controllo del campo, soprattutto nel primo quarto d’ora, con Cargiolli, ex di turno, che ci prova al 10°, poi ci riprova Mobilio al 17° con un bel tiro al volo rientrando dalla destra.

Il RapalloBogliasco si fa vedere un minuto dopo con Schirò che calcia dalla distanza a lato. Poco dopo episodio, forse, chiave del match con lo stesso attaccante rapallese che entra in area salta due uomini, ma viene toccato da un difensore sestrese. Per l’arbitro è simulazione e conseguente giallo al giocatore siciliano.

Dopo un periodo di stasi con la palla che staziona a centrocampo al 39° Vagge si libera bene poco dentro l’area rossoblu e calcia incrociando di sinistro verso l’incrocio dei pali, ma è bravo qui Stancampiano a sventare l’occasione.

La ripresa vede nuovamente un certo equilibrio fino al gol di Zizzari che al 55° viene ben imbeccato da Mobilio. L’attaccante taglia bene sul primo palo e gira di testa, la palla colpisce  traversa, poi dopo un rimbalzo in terra la ricolpisce per poi essere bloccata da Molinaro. Per l’arbitro, però la palla ha varcato la linea di porta.

Il RapalloBogliasco, però, privo sostanzialmente di quasi tutto il reparto offensivo (infortunati Sottovia e Marasco, squalificato Toledo e acciaccato Zivkov) tenta di riportare in pari il match, ma senza creare grossi prolemi alla porta dei corsari. Al 75° Simeoni crossa dalla sinistra potente e trova la deviazione di un difensore rossoblu, pronto ancora Stancampiano. Dieci minuti dopo è De Cristofaro che da fuori area tira, ma debolmente. All’87° arriva il raddoppio del Setri Levante, il classico gol dell’ex.

Cargiolli rientra dalla sinistra e calcia dai venti metri, la palla colpisce il neo entrato Safina e spiazza Molinaro per il definitivo 2-0.

A Genova il Ligorna non riesce a rialzare la testa contro un’autorevole Caronnese che rifila quattro reti a Dondero e vola in testa al campionato. Mango prova a sorprendere i lombardi schierando una squadra offensiva con Hel, Ghiglia e Barone, giovane Juniores. L’effetto funziona e gli ospiti sono in difficoltà per la prima parte di gara, ma quando lo fa è terrore per il gruppetto di tifosi che “spia” la partita dal vicino campo “XXV Aprile”.

Al 22° Giudici calcia al volo da fuori area, ma trova pronto l’ottimo Dondero. Lentamente, ma inesorabilmente la Caronnese prende metri e la formazione di Mango arretra. Al 45° ingenuità di Romano che rinvia addsso a un avversario. Giudici e Mair duettano, poi il primo crossa e il secondo va a segno con un bel colpo di testa.

Nel secondo tempo non c’è neanche il tempo di organizzarsi per  il Ligorna che arriva la doccia fredda dello 0-2 ancora con Mair pronto in area di rigore ad anticipare tutti. Una girandola di cambi porta in campo Romei per Held e Gatto per Barone. Proprio Romei serve Ghiglia al 31° il quale si guadagna e realizza il rigore del 1-2. Non passa neanche un minuto che un altro errore ligornese con Costa regala contropiede alla Caronnese che Barzotti realizza.  Ancora un errore, di Cilia stavolta consente a Barzotti di fare doppietta e mettere in ghiaccio la partita. Amara soddisfazione personale per Ghiglia che al 41° supera Del Frat su punizione con un gol che vale la doppietta, ma a nulla serve in termini di punteggio.

Non c’è tempo, però né per gioire, né per abbattersi perché mercoledì si torna in campo. Per il Sestri Levante è tempo di derby, dopo quello con il RapalloBogliasco, c’è adesso quello, alquanto impegnativo con una Lavagnese in gran spolvero. Esordio casalingo di Coppola sulla panchina del RapalloBogliasco che ospiterà la Pro Settimo, mentre il Ligorna è chiamato a fare punti a Sarzana, contro la Fezzanese, diretta concorrente per la salvezza.