Il no della lega

Ipotesi di 400 euro per chi accoglie i profughi, Piana: “Folle e offensivo”

Genova,  i profughi arrivano nella struttura di Quarto

Genova. Alessio Piana, capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale, esprime la propria contrarietà alla proposta della giunta Doria di introdurre il “modello Asti” di accoglienza diffusa dei migranti.

“È davvero folle e anche offensivo per i genovesi in difficoltà economiche. Introdurre forme di incentivo economico per dare ospitalità ai sedicenti profughi è una misura che non possiamo accettare: perché allora non pensare ad analogo provvedimento per dare una casa e un tetto ai nostri disoccupati che troppo spesso ormai sentiamo si riducono a dormire in auto perché sfrattati dopo aver perso il proprio lavoro?”.

Secondo la proposta della giunta le famiglie potrebbero ospitare immigrati dietro un compenso di circa 400 euro. “Oltre ad avere seri dubbi sulle conseguenze in termini di sicurezza e controllo degli “ospiti” specialmente in quartieri particolari come il centro storico – dice Piana – pensiamo che la giunta Doria stia davvero superando il limite e dimostri ogni giorno di più di non saper fronteggiare i flussi in entrata dei migranti. Mi auguro che la prefettura, coerentemente con quanto dichiarato, impedisca questa iniziativa. Se il sindaco Doria e la sua giunta vogliono sperimentare nuovi modelli di accoglienza, potrebbero iniziare da casa propria, aprendo le proprie abitazioni a titolo gratuito”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.