Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Hockey prato, la Superba non sfigura nella più dura trasferta della stagione risultati

Genova. La Superba parte da Genova alle 3,30 della notte; alla mattina alle 8 è già al Poetto. Capitan Bosco resta a casa e Samuele Mazzucchelli si infortuna nel riscaldamento.

La difesa parte senza cambi. Regali che a una squadra come Juvenilia non si possono fare. Infatti Porcu alla prima occasione sfrutta un errore di Bignone e l’indecisione di Riva ed è bravissimo a mettere a frutto abilità ed esperienza per l’1-0. Malgrado lo svantaggio la Superba gioca bene, ottiene due corti ad uno, ma ha problemi a concretizzare.

Nella ripresa la Juvenilia mette in cassaforte il risultato con un bel corto di Pitzalis basso alla sinistra del portiere, e il gol più bello della giornata, quello di Martis, abile a spizzare una della palla giocata in area.

Medda, che aveva già modificato il 4-3-3 iniziale, passa ad uno spregiudicato 3-3-4. Con 25’ se non di assedio almeno di pressione costante che culmina in altri quattro corti, un palo, una traversa, una pallina vagante non insaccata e alcuni ottimi interventi di Aramu.

Nel frattempo la squadra sarda non sta certo a guardare e rende pan per focaccia con azioni ficcanti in verticale. Alla fine il 3-0 premia la squadra più esperta, solida e capace di trasformare il gioco in gol.

Enrico Medda, strano a dirsi, è soddisfatto: “Come a Pistoia anche qui ad Uras nella tabella di marcia avevo messo zero punti. Però la squadra mi è piaciuta per l’impegno e l’intensità. Male invece la fase difensiva, specialmente le marcature. Ci lavoreremo”.

Il controcanto di Giorgio Caria, ex azzurro di grande esperienza, è in sintonia: “Superba è una bella squadra giovane che interpreta un buon hockey, tiene bene il campo, può certamente crescere. Noi ci godiamo l’entusiasmo dei tifosi e di tutto il paese. Mi sembra di rivivere i tempi belli di Suelli”.

La Juvenilia allenata da Cirina ha giocato con Aramu; Tallu, Casciu, Caria, Meloni; A. Tocco, Cirina, Scanu; Porcu; Pitzalis, Martis. Entrati: Zedda, M. Tocco, G. Tocco, Statzu, Garau.

La Superba ha mandato in campo Riva; Gaggero, Bignone, Fabrizio Correa, Zaccaria; De Nastochkine, Di Nardo, Fabian Correa, Casu; Rizzello, Zhukovets. Entrati: Della Corte, Licastro, Muni; non entrato Mazzucchelli.

Hanno arbitrato Marrari (Roma) e Farci (Cagliari).