Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, si è svolta oggi la 7° edizione del Premio Gaslini Quality Awards

Genova. Si è svolta oggi presso l’Aula Magna dell’Istituto Gaslini la Giornata Gasliniana “Annual Report e Qualità” con la presentazione dell’Annual Report, del Bilancio di Sostenibilità 2014 e l’assegnazione del Premio “2015 Gaslini Quality Awards”.

“Come Regione Liguria crediamo che il Gaslini vada sostenuto. In particolare attraverso la ricerca da cui passa il futuro dell’Ospedale Pediatrico e anche il futuro dei suoi ricercatori. Riteniamo che il Gaslini sia un’eccellenza per tutta la Liguria, le cui buone pratiche, come è confermato anche dal protocollo di collaborazione firmato di recente con l’Ospedale Buzzi di Milano, possano essere esportate anche fuori regione, a livello nazionale ed europeo”, ha detto nel suo intervento nell’Aula Magna del Gaslini il vicepresidente e assessore regionale alla Salute Sonia Viale.

“Il Consiglio di Amministrazione intende mettersi al servizio dell’Ospedale e quindi di tutto il personale, che a sua volta è al servizio del bambino e della sua famiglia” ha detto in apertura della Giornata Gasliniana il presidente dell’Istituto Gaslini, Pietro Pongiglione, nel suo primo discorso nella storica Aula Magna dell’Istituto. “La parola chiave del nostro mandato è investimento: non solo in termini di capitale, ma soprattutto nella valorizzazione delle risorse umane, prima ancora che delle strutture. In un contesto votato all’eccellenza delle cure, nel quale diminuiscono i numeri e aumenta la complessità dei casi, parallelamente alla sofisticazione tecnologica, la centralizzazione del paziente e la sua sicurezza diventano temi centrali, che si alimentano con la professionalità e la passione che il nostro personale profonde in modo eccezionale verso i piccoli pazienti” ha spiegato il presidente Pongiglione.

Il direttore generale Paolo Petralia ha presentato i dati dell’attività e il Bilancio di sostenibilità del 2014 che costituisce l’attestazione di ciò che quotidianamente viene svolto dall’Istituto per i cittadini e per la società. Lo strumento, di facile lettura, raccoglie i programmi, le attività e i risultati raggiunti sul piano economico, sociale, clinico e scientifico nel corso del 2014 declinando il tema della trasparenza sulle performance dell’Istituto rispetto all’obiettivo dello sviluppo sostenibile. “Nel Bilancio di Sostenibilità il concetto di rendicontazione non è fine a se stesso, ma segue precise modalità tecniche che sono generate e mosse da una logica di base: il “rendere conto” a tutte le persone oltre che al sistema sanitario e sociale nel suo complesso degli obiettivi di salute raggiunti e delle relative modalità applicate. I numeri in questo caso esprimono anche eticità, valori e umanizzazione, ma soprattutto sono stimolo alla partecipazione attiva di tutti gli stakeholders al “progetto di salute” del Gaslini” ha spiegato il direttore generale Paolo Petralia.

Nel pomeriggio la commissione esterna composta da Massimo Lombardo Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliera Ospedale Civile di Legnano e Carmelo Gagliano Presidente collegio IPASVI di Genova ha scelto i vincitori del Premio “2015 Gaslini Quality Awards”: tre premi destinati ai migliori progetti di sviluppo della Qualità, portati a termine nel corso dell’ultimo anno, allo scopo di valorizzare e diffondere le sperimentazioni più significative condotte in tema di qualità dell’assistenza, della sicurezza e del perfezionamento in campo organizzativo.
“Quest’anno sono stati ammessi alla giornata conclusiva 17 progetti realizzati grazie al coinvolgimento di equipe specialistiche a composizione multi professionale, con il contributo altamente professionale e motivato dei nostri medici, dei tecnici, degli infermieri, che insieme, autonomamente, hanno ideato e concretizzato i progetti finalizzati allo sviluppo ulteriore della Qualità dell’assistenza: i migliori saranno sostenuti e implementati attivamente dall’Amministrazione” spiega Ubaldo Rosati direttore Dipartimento di Staff, UOC Controllo di Gestione e Servizio Qualità.

Il primo premio è stato vinto dal progetto: “Creazione di un team intra-ospedaliero per il posizionamento e la gestione degli accessi venosi centrali a media e lunga permanenza (Massimo Conte). Si è aggiudicato il secondo premio il “Percorso perioperatorio “a misura di bambino” (Alessandro Simonini).

Ex equo per il terzo premio che è andato ai progetti: “Implementazione della nuova tecnologia di sequenziamento di nuova generazione (ngs) nel percorso diagnostico assistenziale delle sindromi auto infiammatorie” (Marco Gattorno) e “Diagnostica anatomo-patologica applicata alla fase interventistica della medicina e chirurgia fetale” (Ezio Fulcheri).