Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Freddo, Rosso e Balleari: “Il sindaco dia il permesso all’accensione dei caloriferi almeno in Val Polcevera”

Genova. “Chiediamo al sindaco Doria che conceda una deroga urgente alle zone dove le temperature hanno subito in questi giorni un brusco calo, in particolare in Val Polcevera, per l’accensione dei caloriferi. Molte famiglie ci segnalano disagi dovuti al freddo nelle proprie abitazioni, soprattutto per gli anziani e i malati”.

Questo l’appello al sindaco Doria da parte di Matteo Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Liguria, e di Stefano Balleari, vicepresidente del consiglio comunale di Genova, che si fanno portavoce di molte famiglie della Val Polcevera che in questi giorni sono costrette a fare i conti con temperature rigide all’interno delle proprie abitazioni dotate di impianti centralizzati.

“Sarebbe necessaria un po’ di elasticità e quindi una deroga all’accensione fissata da calendario il 1° di novembre per il territorio comunale di Genova – dicono i due consiglieri – già con le giunte passate si era provveduto, all’evenienza, ad anticipare l’accensione degli impianti di riscaldamento. Quest’anno sarebbe più che mai necessaria soprattutto per chi vive in zone e quartieri di Genova particolarmente freddi o per quelle strutture, come le Rsa, dove si trovano persone anziane magari malate e non deambulanti. In Comuni come Busalla o Montoggio già da qualche giorno gli impianti possono stare accesi: non cambia di molto il clima a Pontedecimo. Inoltre, se pensiamo al risparmio energetico, un’accensione anticipata non determinerebbe probabilmente nessun aggravio visto che è ovvio che in questi giorni, per sopportare le basse temperature, chi abita in zone fredde sta facendo ricorso a stufette elettriche o similari che possono per altro presentare rischi non da sottovalutare”.