Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fiaccolata contro il Terzo Valico: 600 persone in corteo foto

Genova. Sabato circa 600 persone sono scese in piazza in Valpolcevera e Valverde. Il corteo, aperto da un folto gruppo di bambini, ha percorso le strade di Pontedecimo e Campomorone, per chiedere la chiusura dei cantieri del Terzo Valico, anche a fronte del ritrovamento di amianto nel cantiere di Cravasco.

“Già pochi giorni dopo il ritrovamento dell’amianto il Movimento No Tav No Terzo Valico ha documentato violazioni nelle procedure di smaltimento – si legge in una nota – Le fotografie e le testimonianze sono state riprese da tutti i giornali e hanno portato a sanzioni da parte di Asl e avvisi di garanzia per i responsabili della ditta subappaltante di Cociv”.

Inoltre, analisi di Arpal hanno rilevato presenza di amianto anche nel sito dedicato allo smarino “pulito”.

“Tutto questo è gravissimo perchè ha messo in serio pericolo la salute degli abitanti e dei lavoratori. A fronte di un progetto da sempre controverso, basato su dati trasportistici che la storia ha già decretato come falsi, con pesanti e irreversibili ripercussioni sull’ambiente, l’amianto farà inevitabilmente lievitare i costi ed esporrà lavoratori e popolazioni a rischi sempre maggiori – prosegue la nota – In un territorio, come quello Ligure e Basso Piemontese, flagellato da alluvioni e dissesto idrogeologico, dove mancano costantemente risorse, gettare miliardi di euro pubblici in questa opera inutile, devastante e pericolosa è inaccettabile”.

Oggi lo scavo della Galleria Cravasco è fermo, proprio grazie all’azione di comitati e cittadini.