Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dieci navi in cinque giorni e 38 mila passeggeri: è boom per le crociere nel porto di Genova fotogallery

Monzani (Stazioni Marittime): "Grande impegno ma impatto economico importante"

Genova. Cinque navi da crociera per un totale di circa 15 mila passeggeri. E’ una giornata record quella di oggi per il porto di Genova. MSC Splendida (6.000 passeggeri) e Artania (Phoenix Reisen, 2.100 passeggeri) ormeggeranno a Ponte dei Mille, a Ponte Andre Doria MSC Orchestra (4.400 passeggeri) e Crystal Serenity (Crystal Cruises, 800 passeggeri in transito) mentre Louis Aura (Celestyal Cruises) ha scalato a Ponte Colombo con 700 passeggeri in transito.

Porto genova crociere msc

Numeri che confermano ottobre come un mese di picco per il traffico crocieristico dovuto al riposizionamento sul Mediterraneo, in aggiunta a quelle già operative regolarmente, di navi provenienti dalla stagione estiva in Nord Europa o da altri porti, in procinto di trasferirsi per la stagione invernale ai Caraibi, in Sud America o in Sud Africa.

In cinque giorni, tra venerdì 23 Ottobre e oggi hanno infatti scalato a Genova 10 navi da crociera, con un totale di 38 mila passeggeri in arrivo, partenza e transito. Un ottimo risultato ma anche un forte impegno per Stazioni Marittime Spa. “Oggi abbiamo circa 14mila passeggeri, oltre 10mila di home port – sottolinea Edoardo Monzani, Amminstratore Delegato di Stazioni Marittime – e questo vuol dire almeno 20mila bagagli da gestire”.

“Oltre ai dipendenti di Stazioni Marittime c’è stato un grande sforzo di compagnia unica, che gestisce il ciclo dei bagagli, ed è forte anche l’impegno della vigilanza che, in questi momenti, e’ sempre a un livello molto alto di attenzione”. Importante anche l’impatto economico di una giornata come questa sulla città.

“L’impatto economico su Genova e’ alto – conclude Monzani – gli armatori fanno un calcolo su quanto pagano, comprese tasse portuali, catering e bunkeraggio. In maniera spicciola si può dire che le circa 2mila persone che arrivano in città possano spendere tra i 30 e i 50 euro a testa“.