Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Costa Crociere, ecco il bilancio di sostenibilità

Più informazioni su

Genova. Minimizzazione dell’impatto ambientale, sviluppo dell’indotto sui territori in cui opera, attenzione per l’innovazione e cura dell’alimentazione per ospiti ed equipaggio.

Costa Crociere ha presentato il bilancio di sostenibilità e ha illustrato il piano per la gestione responsabile del business dell’azienda nei prossimi anni.

I risultati ottenuti nel 2014 per la gestione delle risorse energetiche, la riduzione delle emissioni di gas e del consumo di acqua, e lo smaltimento dei rifiuti, riguardano: la riduzione del consumo di carburante del 9% per passeggero al giorno; la riduzione del carbon footprint (riduzione di gas alteranti clima) pari al 3%; l’abbattimento in tonnellate emesse di SOx pari al 4% e al 7% di NOx e PMs (gas che si producono tipicamente durante la combustione); diminuzione dei consumi energetici del 9,7%; implementazione del sistema di “Exhaust Gas Cleaning systems” per la riduzione dei gas di scarico su 7 navi della flotta; sostituzione delle lampade presenti a bordo di tutte le navi con equivalenti a LED a basso consumo: 450.000 lampade sostituite, con un risparmio energetico sino all’80%; raccolta differenziata del 100% dei materiali e dei prodotti utilizzati a bordo; riduzione dell’1,36% dell’acqua consumata sulle navi, il 68% della quale viene prodotta direttamente a bordo grazie all’utilizzo di dissalatori.

Sull’indotto alcuni numeri: i fornitori Costa sono oltre 8.800 in 5 Continenti. 261 porti di scalo nel mondo, di cui 21 inseriti nel 2014.
I benefici generati a livello occupazionale sono rilevanti, sia a livello di indotto che per il personale operativo della compagnia: nel 2014 Costa Crociere ha assunto 4.000 nuove risorse a bordo, con contratti di categoria per giovani tra i 18 e i 30 anni.

La pianificazione e implementazione di progetti ad alto contenuto innovativo nell’ottica della piena responsabilità sono l’impegno per il futuro. Lo scorso luglio Costa Crociere ha annunciato di aver finalizzato un ordine per la costruzione delle prime due navi da crociera al mondo alimentate con gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile più “pulito” al mondo. Le navi entreranno in servizio nel 2019 e 2020.

Relativamente al prodotto, Costa si impegna a favorire un’alimentazione sana e sostenibile per ospiti ed equipaggio, attraverso la valorizzazione delle tradizioni culinarie e la scelta degli ingredienti locali, con particolare attenzione all’Italia e al Mediterraneo. In questa direzione va intesa la decisione di privilegiare il rifornimento di cibo fresco nei porti di scalo, acquistando il 25% dei prodotti direttamente in loco e contribuendo a ridurre sensibilmente l’impatto generato dalle attività di logistica. L’approccio sostenibile all’alimentazione della compagnia italiana è anche testimoniato dallo sviluppo di partnership con imprese impegnate nella gestione responsabile della filiera.