Quantcast
Altre news

Balneari, la Regione chiede l’intervento del Governo: la posizione di Fiba Confesercenti

Sciopero Balneari savona e provincia

Genova. Martedì 27 ottobre il consiglio regionale ha approvato un ordine del giorno che impegna la giunta a intervenire presso il governo per ottenere una urgente soluzione normativa di riordino del comparto balneare attraverso la quale – anticipando la prossima sentenza della Corte di Giustizia europea nei giudizi promossi dai Tar di Lombardia e Sardegna – venga superata l’attuale situazione di incertezza e sia possibile garantire alle imprese balneari familiari in attività un periodo transitorio di durata non inferiore a 30 anni.

“Nella maggior parte dei casi stiamo parlando di imprese di piccole e piccolissime dimensioni, per le quali la prospettiva dell’entrata in vigore della Bolkestein avrebbe effetti paragonabili a quello di un sequestro d’azienda, specie in Liguria – riflette il presidente regionale di Fiba, Enrico Bixio. – Per questo ribadiamo l’importanza di garantire una proroga di almeno 30 anni alle attuali concessioni, a difesa della normale attività delle imprese e per scongiurare oscuri appetiti speculativi da parte di soggetti privati che già sarebbero pronti a muoversi in tale direzione. Ma è il governo a dover far sentire la propria voce in sede europea, così come altri paesi dell’area mediterranea hanno già fatto”.

“Ringraziamo la Regione per l’impegno che si è assunta a tutela delle imprese balneari – commenta Matteo Rezzoagli, direttore di Fiba Confesercenti Liguria -. Da questo punto di vista il clima instauratosi con la nuova giunta è di assoluta collaborazione e l’assessore Scajola, che ho contattato telefonicamente poche ore dopo il voto in aula e che ringrazio, ha nuovamente ribadito la disponibilità a fare fronte comune con le associazioni di categoria che già aveva espresso a Rimini e nelle altre occasioni di incontro”.