Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Vela, 44 derive in gara per i trofei “Vittorio Porta” e “Tullio Pizzorno”

Lorenzo Mirra e Riccardo Mirra (420), Alberto Venturini (Standard), Giovanni Dagnino (Radial) e Maria Giulia Sabbadini (4.7) i vincitori

Genova. Domenica 27 settembre si sono svolte a Priaruggia di Quarto, a cura dell’Unione Sportiva Quarto, le consuete regate di chiusura per l’assegnazione dei trofei “Vittorio Porta” e “Tullio Pizzorno”, dedicati a vecchie glorie del club.

Il comitato di regata, presieduto da Adolfo Podestà, ha dovuto attendere più di un’ora perché dalla generale bonaccia si alzasse un leggero vento ballerino da ponente di 2 metri scarsi ruotato poi a mezzogiorno.

Sulla linea di partenza si sono presentate 19 imbarcazioni 420 per il “Trofeo Pizzorno” e 25 imbarcazioni Laser, di cui 6 Standard, 11 Radial e 8 4.7 per il “Trofeo Porta”.

Soltanto una prova delle due previste nel bando di regata ha potuto essere corsa e anche quella ha dovuto essere ridotta per i Laser, a causa del salto di vento.

I vincitori dei trofei sono stati i seguenti. Per i 420 Mirra Lorenzo e Mirra Riccardo dello YC Italiano; per i Laser Standard Venturini Alberto del Circolo Ciapelletta; per i Radial Dagnino Giovanni dello YC Italiano; per i 4.7 Sabbadini Maria Giulia dello YC Italiano.

Nell’amarcord della cerimonia di premiazione, curata dal presidente del circolo Giuseppe Ferrara e dal direttore sportivo Carlo Massone, sono stati ricordati i numerosi successi sportivi di Vittorio Porta, gentiluomo dello yachting internazionale e vincitore di numerosi campionati italiani nelle classi Snipe e Soling e soprattutto del titolo europeo nella classe olimpica Flying Dutchman vinto a Muiden, in Olanda, con a prua Beppe Barnao.

Anche Tullio Pizzorno aveva mietuto inizialmente i suoi allori nella classe Snipe, vincendo poi a prua del mitico Flying Dutchman Aldebaran, con al timone il grande Mario Capio, il campionato del mondo a Whitstable, in Inghilterra.

La “Targa Enrico Audizio, Maestro di Vela” è stata assegnata a Martinez Giovanni, il più giovane dei partecipanti. Enrico Audizio da giovane era stato colpito dalla poliomielite e malgrado la sua grave infermità aveva rappresentato per il club priaruggino il factotum che manda avanti la segreteria unitamente alla cura dei giovani. Il caso ha voluto che il premiato sia il figlio del campione mondiale J24 Roberto Martinez, a sua volta istradato alla vela dal cavaliere delle regate Enrico Audizio.

Di seguito, le classifiche.

420: 1° Lorenzo Mirra / Riccardo Mirra, 2° Tommaso Panigoni / Francesco Coacci, 3° Francesca Bellotti / Jasmine Grossi, 4° Melania Ariani / Cecilia Profuno, 5° Daria Milanta / Chiara Saglietti, 6° Ilaria Bocciardo / Giulia Paola Moda, 7° Carla Barbucci / Giovanni Martinez, 8° Ilaria Bisso / Adamo Lulli, 9° Simone Chiesa / Guido Sanguineti, 10° Jacopo Calla / Salvatore Calandra, 11° Matteo Dellavigna / Riccardo Ricciardi, 12° Paolo Granara / Alessia Conte, 13° Giulio Marmorato / Marta Manzini, 14° Filippo Tosi / Lorenzo Bruno, 15° Alessandro Sorce / Paola Misurale, 16° Benedetta Volpe / Vittoria Avena, Dnf Davide Orlandi / Fabio Schenone, Dnf Stefano Regis / Alessandro Filippone, Dnf Alessandro Baffi / Elisa Vergassola.

Laser Standard: 1° Alberto Venturini, 2° Elia Belgrano, 3° Giorgio Franza, 4° Max Pinasi, 5° Massimo Celabino, 6° Alessandro Russo.

Laser Radial: 1° Giovanni Dagnino, 2° Carlo Seggi, 3° Matteo Mignacco, 4° Alessandro Boschetti, 5° Giacomo Frongia, 6ª Carlotta Pastorino, 7° Giovanni Gambaro, 8° Gianmarco Fasce, 9° Francesco Alaimo, 10° Omar Serra, 11° Sandro Morchio.

Laser 4.7: 1ª Maria Giulia Sabbadini, 2° Lorenzo Meloni, 3° Filippo Bergia, 4° Leonardo Fani, 5° Francesco Perioli, 6° Lorenzo Donati, 7ª Livia Kostka, 8ª Andreina Kostka.