Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Torrenti in piena, esondazioni e frane: nubifragio a Genova e nel Levante fotogallery

Il primo bilancio della notte di tempesta

Genova. E’ stata una vera e propria tempesta quella che si è scatenata stanotte su Genova e il levante. Nel capoluogo ligure il livello di Bisagno e Fereggiano si è pericolosamente alzato, rii secondari hanno invaso le strade dei soliti quartieri genovesi, il Carpi è esondato a Montoggio, nuovamente in ginocchio, e il torrente Lavagna è uscito dagli argini a Carasco.

Nubifragio a Genova

E’ questo il primo bilancio del temporale autorigenerante di questa notte, frutto ormai di quella temibile convergenza tra Scirocco e Tramontana che molti modelli avevano fiutato da tempo, confermata anche dagli aggiornamenti serali.

Colpite, dunque, e messe a durissima prova la val Bisagno e la valle del Fereggiano, ma anche tutto l’entroterra genovese. Le centraline di Limet segnalano accumuli pesantissimi questa notte, che oscillano fra 150 e 200 millimetri non solo sulle due valli genovesi più colpite, ma anche in alta valle Scrivia, in val Trebbia e in alcune zone della Val Fontanabuona e che sono andati ad aggiungersi alla pioggia, già copiosa, caduta il giorno precedente.

Intorno alla mezzanotte una forte pioggia ha colpito anche il Golfo Paradiso, dove il torrente Recco ha raggiunto i limiti di guardia. Frane e allagamenti a Recco, Sori, Camogli, ma danni anche nel Tigullio.

Intanto, mentre si contano tutti i danni, sulla Liguria resta allerta 1 fino alle 15 di oggi. Le scuole sono aperte regolarmente tranne la media statale Massimo D’Azeglio a Struppa, chiusa per l’esondazione del rio Muli che ha lasciato in strada fango e detriti. La polizia municipale ha chiuso il sottopasso di via Canevari, alle
spalle della stazione Brignole. Chiusa anche via Capolungo, a Nervi, a causa dei detriti portati in strada da una tromba d’aria.

I vigili del fuoco hanno effettuato una cinquantina di interventi nella notte per allagamenti cantine e case, cornicioni pericolanti, alberi caduti. Le zone più colpite sono quelle del centro-est.

(Video di Zena Storm Chaser)